Quantcast

Studenti marsigliesi, quaranta progetti per fare più bella Piacenza  foto

Si è chiusa con la presentazione alla Cavallerizza degli elaborati prodotti dai giovani studenti francesi la straordinaria esperienza del workshop realizzato grazie alla collaborazione tra l’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture di Marsiglia, la sede piacentina del Politecnico di Milano, l’Ordine degli Architetti di Piacenza con il sostegno del Comune.

Più informazioni su

Quaranta progetti per fare più bella Piacenza, per ripensarne 10 siti lungo il percorso storico della via Francigena. Si è chiusa con la presentazione alla Cavallerizza degli elaborati prodotti dai giovani studenti francesi la straordinaria esperienza del workshop realizzato grazie alla collaborazione tra l’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture di Marsiglia, la sede piacentina del Politecnico di Milano, l’Ordine degli Architetti di Piacenza con il sostegno del Comune.

Una giuria mista di caratura internazionale, composta dai docenti del Politecnico, da quelli di Marsiglia, ma anche da Silvia Milesi della scuola di archietettura di Mendrisio e da Ferran Sagarra Trias, direttore dell’Escola Tecnica di Barcellona, ha giudicato i progetti sfornati dagli studenti francesi, che in questi giorni hanno studiato e riletto con i loro occhi di futuri architetti diversi spazi storici della nostra città. “Sono progetti – fa rilevare il presidente dell’Ordine degli Architetti di Piacenza Benito Dodi, pure lui in giuria – che evidenziano una grande attenzione alla scelta degli spazi e mi fa piacere che più della metà dei lavori presentati abbiano preso in considerazione le nostre piazze con i chiostri”. 

Non casuale la presenza in giuria del direttore della scuola di architettura di Barcellona, la vocazione alle esperienze internazionali della nostra sede del Politecnico verrà confermata l’anno prossimo – come aveva già sottolineato il rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone in occasione della visita durante l’inaugurazione del workshop – con lo scambio con l’ateneo catalano. E a settembre è in programma la seconda edizione della Summer School all’Urban Center.   

IL PROGETTO

Piacenza per sei giorni “invasa” dai francesi: sono oltre 200 i giovani studenti dell’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture di Marsiglia che, insieme a 10 docenti, parteciperanno, in accordo con il Polo territoriale di Piacenza del Politecnico di Milano, fino al 7 maggio 2011 al Workshop Internazionale di Progettazione Architettonica e Urbana (Responsabili: Guya Bertelli e Hervé Dubois).

Un evento innovativo di alto profilo internazionale, inaugurato presso gli spazi della Cavallerizza alla presenza del Rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone, del Preside della Scuola di Architettura e Società Piercarlo Palermo, del Prorettore del Polo territoriale di Piacenza Dario Zaninelli, insieme all’assessore comunale Pierangelo Carbone ed al Presidente dell’Ordine degli Architetti Benito Dodi, che vedrà anche la presenza di 40 studenti e numerosi docenti della Scuola di Architettura e Società.

Tema del Workshop sarà la via Francigena, tracciato storico con forte connotazione culturale già oggetto di interesse da parte dell’Amministrazione comunale, e la riqualificazione degli spazi pubblici lungo il percorso.

Nello specifico l’evento si propone come un ‘laboratorio di discussione’ intorno alla trasformazione dei nuclei storici abitati, che trova a Piacenza uno dei luoghi di maggiore interesse e applicazione, e vuole essere infatti la prima fase di un percorso di ricerca  parallelo, consolidato dalla redazione di  un’apposita convenzione internazionale tra le due Scuole di Architettura (Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano, Scuola nazionale di Architettura di Marsiglia).

Il workshop s’inquadra nell’ambito delle politiche di internazionalizzazione avanzata perseguita dal Politecnico di Milano come privilegiato fattore di sviluppo delle potenzialità scientifico-didattiche dell’Ateneo ed è patrocinata di concerto da Polipiacenza, dall’Ordine degli Architetti, da Urban Center e dall’Amministrazione Comunale di Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.