Quantcast

Eternit a Castellarquato, Cavalli chiede l’intervento della Regione

Interrogazione del consigliere leghista: "La regione si attivi per verificare l’effettiva presenza di eternit e, in caso di riscontro positivo, solleciti il comune di Castell’Arquato e la proprietà degli stabili affinchè provvedano ad una tempestiva bonifica dell’area.

Nei pressi del “Bosco degli Alpini”, nella frazione di Sant’Antonio, in comune di Castell’Arquato (PC), sarebbero stati segnalati il ritrovamento di detriti e calcinacci, che sembrerebbero contenere eternit,  e la presenza di stabili abbandonati, la cui copertura “è chiaramente composta da eternit”.

Lo denuncia il consigliere regionale della lega nord Stefano Cavalli in un’interrogazione, evidenziando che l’Ausl di Piacenza avrebbe effettuato un sopralluogo in quell’area, che, di recente, sarebbe stata interessata da un incendio che avrebbe aumentato il rischio di dispersione nell’aria delle fibre e delle polveri.

Visto che non sono ancora stati resi noti i risultati dei rilievi dell’Ausl e che la preoccupazione dei residenti sarebbe “in forte aumento”, Cavalli chiede alla Giunta regionale di attivarsi, attraverso ARPA, per verificare l’effettiva presenza di eternit e, in caso di riscontro positivo, di sollecitare il Comune di Castell’Arquato e la proprietà degli stabili affinchè provvedano ad una tempestiva bonifica dell’area.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.