Quantcast

Incastrato dalle impronte digitali, latitante arrestato a Piacenza foto

Quando è stato controllato dai carabinieri si è mostrato molto tranquillo, esibendo documenti all’apparenza assolutamente autentici. Il suo atteggiamento non ha però convinto i militari: sono state le impronte digitali a incastrare un cittadino moldavo di 25enne, sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale 

Più informazioni su

Quando è stato controllato dai carabinieri si è mostrato molto tranquillo, esibendo documenti all’apparenza assolutamente autentici. Il suo atteggiamento non ha però convinto i militari: sono state le impronte digitali a incastrare un cittadino moldavo di 25enne, sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale a seguito di una sentenza pronunciata nel suo paese di origine che lo condannava a 8 anni di reclusione per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa.
I carabinieri di Bobbio, insieme ai colleghi di Rivergaro, sono arrivati a lui al termine di un’indagine partita alcuni mesi fa dopo il controllo di un cittadino bulgaro trovato in possesso di documenti rumeni contraffatti. Gli stessi documenti che, secondo l’accusa, il 25enne prometteva ai connazionali, in cambio di una cifra tra i 2 e i 3mila euro, per circolare senza problema all’interno dell’Unione Europea.
Il giovane è stato rintracciato a Piacenza nei pressi dei Giardini Margherita. Era appena arrivato in città su un treno proveniente da Vicenza: ai militari ha detto di essere un semplice turista venuto per visitare Piacenza. Dagli accertamenti è emerso come in passato fosse stato controllato più volte in varie città del nord Italia, senza mai destare sospetti grazie ai falsi documenti di ottima fattura in suo possesso. Negli anni scorsi per un periodo aveva abitato a Ziano e in suo possesso è stato trovato un bancomat rilasciato da una filiale piacentina. Nell’hotel in cui ha soggiornato a Vicenza i carabinieri hanno recuperato un personal computer sul quale sono in corso accertamenti.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.