Quantcast

Intercettazioni sulla Gazzetta: dagli sms l’accordo tra "Cris (Doni) e Ger(vasoni)"

Nei faldoni dell’accusa della procura di Cremona spuntano telefonate e scambi di sms a supporto delle tesi dell’accusa, ed in particolare della combine tra Atalanta e Piacenza

Più informazioni su

Nei faldoni dell’accusa della procura di Cremona spuntano telefonate e scambi di sms a supporto delle tesi dell’accusa, ed in particolare della combine tra Atalanta e Piacenza. Un dialogo via sms viene portato alla luce oggi (domenica 12 giugno) dalla Gazzetta dello Sport, e riguarda il “contatto tra Cris e Ger”. E si tratta, evidentemente, visto il contenuto degli sms scambiati tra Parlato e Nicola Santoni (amico del capitano nerazzurro), di Cristiano Doni e di Gervasoni, difensore del Piacenza. Materiali sui quali le indagini dovranno naturalmente trovare gli opportuni riscontri.
 
Ecco lo scambio di sms tra Parlato e Santoni, così come pubblicato dalla Gazzetta, prima di Atalanta – Piacenza:
 
SANTONI: “Se ci fosse anche il portiere si potrebbe chiedere di fare più di tre gol”. PARLATO: “Dovrebbero essere 4 sicuri sicuri e con il numero uno. Se pensi si possa chiedere qualcosa di più vedi tu”. SANTONI: “Difficile perché dopo domenica si sono un po’ risentiti. Poi si fanno sempre un 15 a testa che non è male»”. PARLATO: “Va bene così, tranquillo, anche perché è un prezzo giusto, dai poi si esagera” . SANTONI: “Infatti, poi si fanno cazzate. Aspetto te stasera che sono con lui”. PARLATO: “Ger gestisce tutto e ha già detto che se va qualcuno a dirgli qualcosa e io pensavo a Cris non c’erano problemi. Se hanno bisogno di qualcuno manda Cris da Ger. Secondo me è la cosa migliore”. SANTONI: “Sì per lui non è un problema, è per quello che paga che mi scoccia dire Ger” . PARLATO: “Tu puoi dirgli gli altri tre tranquillamente, poi però se il tuo vuole per sicurezza salutare va da Ger o no?”. SANTONI: “Esatto”.
La sera Santoni, come promesso, a quanto pare ha incontrato di persona il suo contatto, scrive la Gazzetta dello Sport. PARLATO: “Ti stai rilassando? Qui tutto ok, 4 operai in fabbrica confermati e confermato il tuo pari grado” . SANTONI: “Ma che rilassati… Tutto ok! Sarebbe grato sapere i nominativi” . PARLATO: “Quello che sai: il numero uno… il Conteh… e Guz (cioè Guzman, ndr)”. SANTONI: “Ok leone”.

Il giorno dopo si approntano gli ultimi preparativi. SANTONI: “Leone, tutto ok come ieri. Io passo domani a prendere tutte le cose”. PARLATO: “Anche per me tutto tranquillo”. SANTONI: “L’unica cosa che vuole il mio amico che lo rassicuri prima perché è molto ansioso e si gioca la faccia” . PARLATO: “Mi ha assicurato di stare tranquillo e che andrà a salutarlo e gli dirà di stare tranquillo! Poi vedrai e vedrà anche che in mezzo al campo andrà tutto bene” . SANTONI: “Ma vai leone!” .

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.