Maturità, stamattina è il turno del “quizzone” foto

Archiviati i primi due scritti, i maturandi piacentini, al pari dei loro compagni in tutta Italia, torneranno sui banchi per affrontare la terza prova. Il test, preparato dalla commissione d’esame, ha l’obiettivo di verificare la preparazione del candidato nelle materie studiate nell’ultimo anno.

Più informazioni su

Dopo i primi due scritti superati con più o meno difficoltà, gli studenti piacentini alle prese con la Maturità, al pari dei loro compagni in tutta Italia, torneranno sui banchi lunedì mattina per affrontare la terza prova. Si tratta del test multidisciplinare preparato dalla commissione d’esame, che tiene conto della programmazione educativa e didattica realizzata dalla classe.

Oggetto della prova saranno cinque delle materie non affrontate nelle primi due scritti. Diverse le tipologie previste: piu’ domande con una risposta ampia, piu’ domande con risposta breve, quesiti con risposta vero o  falso, quesiti a risposte multiple, fino alla risoluzione di un caso o la redazione di un progetto. Una formula che potrebbe cambiare già dal prossimo anno, come ha confermato il ministro dell’istruzione Maria Stella Gelmini: l’intenzione è quella di introdurre domande a risposta multipla di tipo anglosassone, con l’obiettivo di realizzare un sistema di valutazione omogeneo per tutto il Paese.

La durata della prova viene definita autonomamente dalle commissioni esaminatrici, in relazione alla difficolta’. Solitamente dura da un minimo di un ora ad un massimo di tre ore. L’esito della verifica varrà fino a 15 punti, gli stessi dei primi due scritti, che sommati a quelli del colloquio (fino a 30) e dei crediti maturati negli ultimi tre anni (fino a 25), “costruiranno” la valutazione finale.

Al termine della prova le commissioni inizieranno la correzione degli elaborati e, dopo la pubblicazione dei risultati dei tre scritti, si partirà con i colloqui orali, ultimo ostacolo per gli studenti prima dell’agognato diploma.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.