Quantcast

"Pedina" i ladri dopo il colpo e li segnala alla polizia. Tre arresti foto

Avevano appena portato a segno con successo un grosso colpo al consorzio di Rottofreno, ma i loro piani sono andati in fumo grazie all’intraprendenza di un cittadino che li ha seguiti segnalando la loro auto alla polizia. In tre sono finiti in manette con l’accusa di furto.

Più informazioni su

Avevano appena portato a segno con successo un grosso colpo al consorzio agrario di Rottofreno, ma i loro piani sono andati in fumo grazie all’intraprendenza di un cittadino che li ha seguiti segnalando la loro auto alla polizia. Azione che ha consentito agli agenti di arrestare tre persone con l’accusa di furto aggravato.
 
Tutto è successo questa notte poco dopo le due in via Einaudi, quando l’attenzione degli uomini di una volante è stata richiamata dai gesti di un uomo, alla guida di un furgone, che segnalava una Renault Clio di fronte a lui. La vettura veniva fermata poco lontano: a bordo tre uomini di 32, 35, e 44 anni, tutti originari della provincia di Bari. Il conducente in particolare si mostrava molto agitato: il motivo stava nei dieci scatoloni di fitofarmaci, del valore di circa 15mila euro, nascosti in parte sotto un giaccone sui sedili posteriori ed in parte nel baule.
 
Le confezioni del prodotto, un funghicida, erano state rubate poco prima dal consorzio di Rottofreno. I malviventi avevano tagliato la recinzione esterna e forzato la porta di un capannone: al momento di fuggire, erano però stati notati, mentre caricavano la refurtiva, dall’uomo a bordo del furgone. Quest’ultimo, sprovvisto di cellulare, aveva seguito l’auto della banda fino a Piacenza per poi segnalarla alla volante incrociata provvidenzialmente in via Einaudi. Il terzetto, nei confronti del quale la questura di Forlì aveva emesso un foglio di via alcune settimane fa, è stato trovato in possesso di alcune paia di guanti, tre telefoni cellulari ed un particolare dispositivo in grado di interferire sulle frequenze radio, probabilmente utilizzato anche per disturbare l’allarme del consorzio.
 
“Il nostro ringraziamento va al cittadino che con il suo intervento ci ha consentito di trarre in arresto i tre malviventi – ha sottolineato Filippo Sordi Arcelli Fontana, dirigente delle volanti – ad ulteriore riprova di come la sinergia tra popolazione e forze dell’ordine possa davvero essere un valore aggiunto per garantire la sicurezza di tutti. Come in questo caso i risultati si vedono”;

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.