Quantcast

Piacenza pronta ad accogliere 500mila alpini IL PERCORSO foto

Nel maggio 2013 Piacenza ospiterà l’adunata nazionale degli Alpini. L’ufficialità si avrà solo a settembre ma ad oggi la nostra città è l’unica candidata. Per verificare gli aspetti tecnici e logistici in mattinata sono arrivati a Piacenza alcuni componenti della commissione nazionale.

Più informazioni su

Nel maggio 2013 Piacenza ospiterà l’adunata nazionale degli Alpini. L’ufficialità si avrà solo a settembre ma ad oggi la nostra città è l’unica candidata. Per verificare gli aspetti tecnici e logistici, in mattinata sono arrivati a Piacenza alcuni componenti della commissione nazionale, che dopo aver incontrato il presidente della Provincia Trespidi, il vicesindaco Cacciatore e la comandante della Polizia Municipale Boemi, visiteranno i luoghi scelti per ospitare l’evento.

Momento centrale dall’adunata sarà la giornata di domenica, quando sfileranno per le vie della città tutte le sezioni alpine italiane. Il corteo partirà da viale Martiri della Resistenza, per poi passare in via Boselli, via Beati, via Farnesiana, piazzale Libertà (dove verranno montate due tribune laterali), stradone Farnese per arrivare in via Genova, luogo scelto per lo scioglimento del corteo. “Abbiamo stabilito  un percorso un po’ distante dal centro storico perché avremo bisogno di vie molto larghe visto che sfileranno quasi 100 mila alpini” ha spiegato il segretario provinciale degli Alpini di Piacenza Bruno Plucani.

L’adunata è in programma domenica 12 maggio, ma l’intero evento durerà per più di 3 giorni, coinvolgendo circa 500 mila persone. Il gran numero di persone attese può rappresentare un’occasione unica per tutta l’economia locale, soprattutto per quanto riguarda i settori della ristorazione e della ricettività alberghiera. Il giro d’affari potrebbe infatti aggirarsi intorno ai 30 milioni di euro.

L’amministrazione locale collaborerà attivamente con la commissione alpini, come ha sottolineato il segretario nazionale Silverio Vecchio: “L’adunata è un grande evento che deve essere organizzato con la collaborazione degli enti locali. Le amministrazioni dovranno farsi carico di alcuni servizi fondamentali come la raccolta dei rifiuti e l’allestimento delle tribune e di tutte le aree che ospiteranno i vari eventi dell’adunata”.

Alla fine della giornata di oggi i delegati compileranno una relazione che verrà approvata durante il consiglio nazionale in programma alla fine dell’estate e solo il 18 settembre si potrà ufficializzare la scelta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.