Quantcast

Referendum Pertite, al voto anche i 16enni. Quorum a 46.344 

Al referendum per il Parco della Pertite in programma il 12 e 13 giugno potranno votare anche i 16enni residenti a Piacenza. Ad annunciarlo è stato il segretario del Comune Emilio Binini intervenuto nella conferenza stampa organizzata dal Comitato della Pertite. Il quorum si alza a 45mila votanti.
 

Più informazioni su

Al referendum per il Parco della Pertite in programma il 12 e 13 giugno potranno votare anche i 16enni residenti nel Comune di Piacenza. Ad annunciarlo è stato il segretario del Comune Emilio Binini intervenuto nella conferenza stampa organizzata dal Comitato per il Parco della Pertite in vista della consultazione di domenica.
 
Per votare i 16-17enni residenti a Piacenza, sia italiani che stranieri, dovranno ritirare un “attestato di diritto al voto” nell’ufficio elettorale di viale Beverora. “Il diritto di voto per i 16enni era previsto nello statuto comunale” ha spiegato Binini. I ragazzi, che dovranno aver già compiuto i 16 anni di età, potranno ritirare l’attestato all’ufficio elettorale che per l’occasione cambierà orari d’apertura: 8.15-19 fino a sabato, 8-22 nella giornata di domenica e 7-15 il lunedì.

Ecco i numeri del referendum cittadino e il quorum

Iscritti nelle liste elettorali           n. 77.376
Sedicenni residenti                      n. 15.310
TOTALE                                          n. 92.686

Quorum (metà + 1)                               n. 46.344
 
La reazione del Comitato referendario è affidata alle parole del presidente Maria Pia Romano: “Se da un lato siamo dispiaciuti per l’innalzamento del quorum, che si assesterà intorno alle 45mila unità, dall’altro siamo contenti visto il nostro sforzo informativo di questi mesi nelle scuole e tra i ragazzi. Perciò chiediamo a tutti i 16enni di andare a votare per sostenere il Parco della Pertite”.

Altro motivo di destabilizzazione in vista delle votazioni è l’arrivo domani del sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto, a Piacenza per un sopralluogo sulle aree militari. “E’ una visita singolare, soprattutto perchè avverrà due giorni prima del referendum – commenta Marco Natali del Comitato – Sarebbe bene non creare ulteriori polemiche in vista di domenica e lasciare tranquilli gli elettori. La visita del sottosegretario può essere anche un’occasione per fargli conoscere il bisogno di parco che i cittadini di Piacenza hanno già espresso nella raccolta firme”.
 
“Il referendum sarà anche il modo per far cambiare idea all’amministrazione comunale sul ruolo che deve avere la Pertite nel nuovo Psc (Piano strutturale comunale) – continua lo stesso Natali – Ora la zona è considerata come area ecocompatibile, ma noi vogliamo che si trasformi in parco pubblico, in modo da impedire qualsiasi tipo di cementificazione”.
 
Il Comitato fa inoltre sapere che il timbro del Comune sulla tessere elettorale avverrà nella parte bianca della scheda, perciò anche coloro che avessero terminato lo spazio disponibile sulla tessera potranno andare a votare al referendum comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.