Quantcast

Sospetti su Atalanta-Piacenza, altra agenzia di scommesse presenta esposto

Trapelano alcune nuove rivelazioni dai verbali degli interrogatori condotti dalla Procura di Cremona nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Di nuovo viene tirata in ballo Atalanta-Piacenza. Ecco quanto riporta l’Ansa.

Più informazioni su

Trapelano alcune nuove rivelazioni dai verbali degli interrogatori condotti dalla Procura di Cremona nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Di nuovo viene tirata in ballo Atalanta-Piacenza. Ecco quanto riporta l’Ansa.

Fu l’ex capitano del Bari, Antonio Bellavista, a presentare al titolare di agenzie di scommesse Massimo Erodiani il gruppo di scommettitori dei ’Bolognesi’ ’’che era gia’ operativo e che investiva su 7/8 partite all’anno’’. 

 
Da quanto questo avvenisse Erodiani, titolare di agenzie di scommesse, prima in carcere, ora ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta cremonese sulle partite truccate, non l’ha saputo dire al procuratore di Cremona, Roberto Di Martino, che l’ha interrogato l’8 giugno scorso. Anche se ha spiegato che ’’nessuna partita che e’ stata trattata con i Bolognesi e’ andata in porto’’. ’’La prima partita che e’ stata trattata con i ’Bolognesi’ e’ stata Atalanta-Piacenza – mette a verbale Erodiani -. Quando ci siamo recati a Bologna, il 15 marzo 2011, credo di mercoledi’, gia’ ritenevamo di essere a buon punto per la manipolazione della partita Atalanta-Piacenza del sabato successivo. Io in sostanza ero in contatto con Paoloni (Marco, ex portiere della Cremonese, ancora in carcere ndr.) che a sua vola riferiva di esser in contatto con Gervasoni che giocava nel Piacenza…’ Erodiani ricorda che ’’la partita non e’ stata poi giocata dai ’Bolognesi’ perche’ a un certo punto le quote sono crollate, a meno che non ci avessero garantito l’over 3,5 che Paoloni non e’ stato in grado di garantire’’. ’’Prendo atto sia di quanto detto da Parlato (ex calciatore anch’egli arrestato ndr.) che dalle intercettazioni sembra dedursi un coinvolgimento di Doni dell’Atalanta attraverso Santoni (preparatore dei portieri del Ravenna, che non risulta indagato ndr.) … Non sono a conoscenza di questi rapporti anche se li ritengo non improbabili…’’. (ANSA).

L’agenzia di bookmaker Skysport 365 ha depositato Cremona un esposto riguardante 31 partite di serie A, B e Lega Pro in relazione alle quali si erano registrate puntate ritenute anomale. "Abbiamo capito che, se non ci fosse stata questa inchiesta, il mondo del calcio avrebbe perso credibilità", ha spiegato il rappresentante dell’area legale di Skysport 365, Francesco Baranca, il quale ha detto che già un primo esposto era stato presentato dall’agenzia riguardo 4 partite: Bari-Livorno, Atalanta-Piacenza, Benevento-Cosenza e Taranto-Benevento. A queste quattro se ne sono aggiunte altre 27. Baranca ha sottolineato il clima di "estrema collaborazione" tra la società che rappresenta e gli investigatori cremonesi.

Atalanta-Piacenza e Padova-Atalanta in Serie B e Benevento-Viareggio in Lega Pro: sono i tre match, gia’ presenti nelle indagini della Procura di Cremona, inseriti anche nella lista delle segnalazioni fornita dai Monopoli di Stato agli inquirenti. Come riporta Agipronews, colpisce particolarmente la presenza, in entrambe le liste, dei confronti tra Cremonese e Spal per la stagione 2010/2011: i Monopoli segnalano movimenti di gioco sospetti sulla gara d’andata, Cremonese-Spal del 6 settembre, terminata 4 a 1 per gli ospiti, mentre per la Procura il match sotto osservazione e’ quello del ritorno, Spal-Cremonese, 1-1, del 16 gennaio 2011

Sospetti anche su Modena-Piacenza

Salgono a tre le partite del Piacenza sotto esame per lo scandalo calcioscommesse. Secondo quanto riporta l’agenzia stampa Agipro, il Monopolio di Stato ha inviato alla Procura federale della Federcalcio una lista con tutte le partite di serie A, B e Lega Pro delle ultime due stagioni nelle quali sono stati rilevati flussi anomali di scommesse.  
 
Tra queste compare anche Modena-Piacenza del 27 marzo 2010, finita 0 a 1. Le altre due partite che coinvolgono direttamente i biancorossi sono le già citate Albinoleffe-Piacenza e Atalanta-Piacenza.
 
“Come più volte sottolineato da ambienti federali e istituzionali – scrive l’Agipro – il flusso anomalo di gioco registrato sul circuito dei concessionari autorizzati italiani non corrisponde necessariamente a un tentativo di illecito, ma rappresenta un campanello d’allarme che però, in diversi casi, ha trovato corrispondenza nell’inchiesta dei magistrati che indagano su Scommessopoli”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.