Tasse, i piacentini pagano 3.862 euro a testa (Irpef): 23esimi in Italia 

Nella classifica che si ricava dai dati elaborati dall’Ifel, il centro studi dell’Anci (l’associazione dei comuni italiani), sull’Irpef pagata allo Stato dagli abitanti degli 8.094 municipi , Piacenza occupa la 23esima piazza nei capoluoghi di provincia: i piacentini pagano (dato 2009) 3.862 euro a testa di Irpef.

Più informazioni su

Nella classifica che si ricava dai dati elaborati dall’Ifel, il centro studi dell’Anci (l’associazione dei comuni italiani), sull’Irpef pagata allo Stato dagli abitanti degli 8.094 municipi, Piacenza occupa la 23esima piazza nei capoluoghi di provincia. I piacentini pagano (dato 2009) 3.862 euro a testa di Irpef.

Secondo il "Corriere della Sera", che pubblica la graduatoria, i numeri sull’Irpef statale pagata nei capoluoghi di Provincia rivelano molte sorprese. Nella classifica ottenuta con i dati Ifel, Milano è al dodicesimo posto assoluto fra tutti i Comuni italiani. Prima dei capoluoghi, con 6.357 euro procapite. E precede altre tre città lombarde: Bergamo (5.202), Monza (5.172) e Pavia (5.065). Ma poco più indietro c’è Roma, con 4.350 euro a residente. Ogni romano paga allo Stato il 68,5% dell’Irpef versata da ciascun milanese: 2.007 euro in meno. Però è una cifra analoga a quella che pagano gli abitanti di Varese, città ad elevatissima concentrazione leghista. Superiore anche al dato di Bolzano (4.263 euro). E, ancora più nettamente, a quello di Gallarate, quartier generale del Carroccio (3.943).
 
Meno Irpef statale rispetto agli abitanti della capitale viene pagata anche in altri capoluoghi del Nord produttivo. Per esempio Mantova (4.262), Lecco (4.235), Lodi (4.223). Ma anche Modena (4.176), Brescia (4.131), Como (4.003), Piacenza (3.862), Sondrio (3.842), Verona (3.810) oppure Cremona (3.764). 
In questa graduatoria la prima città non appartenente al Centro Nord si incontra alla casella numero 29: è Cagliari, con 3.738 euro.

Nella classifica assoluta dei comuni al terzo posto c’è Cusago (Milano), al secondo posto, c’è con 9.686 euro procapite, Campione d’Italia, sede di un casinò, 0entre in testa figura un altro Comune della Provincia di Milano, Basiglio. Molti dei suoi 8 mila concittadini (un numero decuplicato fra il 1981 e il 2001) abitano a Milano 3. E non è un caso che il Sole 24 Ore lo abbia classificato, sulla base dei dati delle Finanze sulle addizionali locali, come il Comune più ricco d’Italia, con 51.803 euro l’anno.

Oggi e domani a Ischia il convegno con Reggi sulla finanza locale

Anche il sindaco e vicepresidente dell’ Anci Roberto Reggi interverrà alla due giorni promossa dall’Istituto per la Finanza e l’Economia locale, in programma venerdì 17 e sabato 18 giugno, presso il palazzetto dello sport di Ischia, dal titolo "La Finanza locale, tra emergenza e riforma". Esperti del settore, docenti universitari e amministratori locali ragioneranno, attraverso dibattiti e presentazioni di relazioni tecniche, sul futuro del fisco municipale. I lavori inizieranno nella mattina di venerdì quando al centro della discussione ci sarà la situazione finanziaria quale equilibrio tra entrate e spese, con particolare riferimento alla distribuzione delle risorse e agli effetti della riforma sulle entrate dei Comuni. Nel pomeriggio si analizzeranno invece le prospettive del nuovo criterio dei fabbisogni standard che andrà a sostituire quello della spesa storica. Sabato mattina infine, il giornalista del Corriere della Sera Sergio Rizzo modererà la tavola rotonda sulle prospettive delle finanza locale.

A confrontarsi sui futuri scenari fiscali saranno il sindaco Roberto Reggi, i primi cittadini di Reggio Emilia, Asti e Roma, Graziano Delrio, Giorgio Galvagno e Gianni Alemanno, Linda Lanzillotta segretario della Commissione Parlamentare per l’attuazione del Federalismo Fiscale, Maurizio Leo presidente della Commissione Parlamentare di Vigilanza sull’anagrafe tributaria e Luca Antonini, presidente della Commissione tecnica per l’attuazione del federalismo fiscale.
 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.