Quantcast

Spaccio in Val Trebbia, in manette il fornitore milanese

Ultimo tassello per l’operazione “White Bottle”, attività di indagine che aveva portato nei mesi scorsi a sgominare un’articolata attività di spaccio che da Milano portava la droga in Valtrebbia. Arrestato un 52enne, considerato il fornitore dei corrieri che giungevano nel piacentino.

Più informazioni su

Ultimo tassello per l’operazione “White Bottle”,attività di indagine che aveva portato nei mesi scorsi a sgominare un’articolata attività di spaccio che da Milano nel piacentino portava la droga nel piacentino, in particolare in Valtrebbia, con numerosi arresti e un ingente quantitativo di stupefacente sequestrato.
 
Venerdì i carabinieri del nucleo operativo di Bobbio, che insieme ai colleghi di Rivergaro avevano condotto le indagini, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Milano nei confronti di M.M., 52enne residente nel capoluogo lombardo. L’uomo è considerato il fornitore dei corrieri che facevano giungere lo stupefacente, cocaina e hashish, nel piacentino: già arrestato nel corso dell’operazione che scattò nel marzo scorso perché trovato in possesso di 40 grammi di cocaina, dovrà ora rispondere di oltre 20 episodi di spaccio, documentati dai militari, nell’ambiente della “Milano bene”. Tra suoi clienti, avvocati, notai, professionisti e figure gravitanti nel mondo della moda. I carabinieri lo hanno raggiunto nella sua abitazione in zona piazzale Corvetto.
 
L’attività d’indagine aveva portato alla luce un giro molto ampio di spaccio: la banda riusciva  ad immettere sul mercato fino a due etti di stupefacente a settimana con decine di clienti, come testimoniato dalle settantasei persone segnalate alla prefettura come assuntori. Particolare era il confezionamento della droga, suddivisa in piccoli flaconi di vario peso: un elemento che ha suggerito il nome asseganto all’operazione, White Bottle, bottiglia bianca.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.