Tutto esaurito a Vernasca per le attrazioni del Bascherdeis LE FOTO foto

Bascherdeis, un mondo parallelo ha preso vita a Vernasca anche nella seconda giornata della settima edizione del festival degli artisti di strada. 

Più informazioni su

VERNASCA – Bascherdeis, un mondo parallelo ha preso vita a Vernasca anche nella seconda giornata della settima edizione del festival degli artisti di strada. Da sabato pomeriggio nel borgo dell’alta Valdarda si è registrato il tutto esaurito, a partire dai parcheggi e dalla viabilità, bloccata per ore. 
 
La prima giornata del festival degli artisti a cappella, ieri, ha registrato in poche ore il tutto esaurito con molti giovani e famiglie che sono arrivati anche da lontano; cucine a cielo aperto, bancarelle e hobbisti, un grande palco dove tutto è arte e fa spettacolo. Una formula vincente che è proseguita anche nella lunga notte tra sabato e domenica all’Antica Pieve, con la notte dei Buskers tra musica e buon cibo. 
 
Fino alle 24, ancora spettacoli in ogni angolo del paese e poi, gran finale, spettacolo pirotecnico, per salutare questa edizione col botto.

Vernasca, il parco dei divertimenti del Piacentino. Da ieri, infatti, l’alta Valdarda è diventata la location ideale per l’intrattenimento. A dare spettacolo i Bascherdeis, il festival degli artisti di strada organizzato dal Comune con Appennino Cultura.

Tutto esaurito, dal tardo pomeriggio di ieri, nei parcheggi comunali e nelle vie di Vernasca, colme di visitatori, soprattutto giovani, famiglie e bambini. A dare il meglio, con un cappello vuoto in mano in attesa dell’offerta di fine spettacolo, clown, statue viventi, animatori, musicisti, pittori, cantanti, acrobati, funamboli, fachiri, poeti e ritmi travolgenti, latino-americani, africani e brasiliani. Il divertimento da strada, ha poi ceduto il posto alla notte, tra sogno, giochi col fuoco, magia, buio e la lunga notte dei Bascher all’Antica Pieve. Domenica ancora spettacolo, dalle 18 fino alle 24, con la conclusione dello spettacolo pirotecnico.

La presentazione. Clownerie, giocoleria, musica, animazione, trampolieri, pittori. Insomma, artisti di strada provenienti da ben 13 Paesi diversi, per la settima edizione del Bascherdeis.

L’edizione 2011 del festival degli artisti di strada a Vernasca è stato presentato questa mattina ai giardini di Padre Gherardo dal sindaco Gianluigi Molinari affiancato dai membri dell’associazione Appennino Cultura, organizzatrice dell’evento, Sergio Copelli e Germano Passera. Due giorni di eventi, dalle 18 di domani alle 24 di domenica, con animazione di ogni tipo, spettacoli in ogni angolo del paese, stand enogastronomici, divertimento e musica fino all’alba di domenica, per poi proseguire fino al gran finale coi fuochi d’artificio.

Tra le novità di questa edizione, oltre al gruppo musicale Microguagua, la voglia di tradizioni riproponendo gli artisti che, come un tempo, animavano le fiere dei nonni, facendo ballare la scimmia o con un organetto; in questo contensto si inserisce perfettamente il piano dell’Anci di promozione delle tradizioni popolari locali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.