Stefano Gatti entra nel cda del Piace: “Società resta tutta in vendita. Oggi la nuova Lega Pro

Stefano Gatti entra nel cda del Piacenza Calcio come consigliere di amministrazione. L’ingresso del patron della Steelacciai giunge dopo le dimissioni di un altro consigliere "storico" Luigi Po. Nel pomeriggio la composizione della nuova Lega Pro, e i relativi gironi

Più informazioni su

Stefano Gatti entra nel cda del Piacenza Calcio come consigliere di amministrazione. L’ingresso del patron della Steelacciai, unico imprenditore che finora ha manifestato la disponibilità a partecipare a una cordata per l’acquisizione della società, giunge dopo le dimissioni di un altro consigliere “storico” Luigi Po.

La notizia è stata comunicata dallo stesso Gatti e dall’ad biancorosso Maurizio Riccardi nel corso di una conferenza stampa. “La società resta tutta in vendita – ha tenuto a precisare Riccardi – le motivazioni della cessione rimangono quelle esposte nel comunicato di Fabrizio Garilli, che è e rimane unico azionista, dopo la partita contro l’Albinoleffe. Ci sono stati nelle ultime settimane diversi contatti ma nessuno si è mai fatto avanti in maniera concreta”. Riccardi si è poi tolto i classici sassolini dalle scarpe: “E’ stato scritto che io non voglio vendere per rimanere al mio posto: in realtà a tutti coloro che si sono seduti al tavolo con me ho detto che sarei stato pronto a lasciare il mio incarico il giorno prima dell’insediamento della nuova gestione”. 

“Ho accettato l’invito del presidente Garilli per la passione che mi lega alla squadra e alla città – ha invece spiegato Gatti, ribadendo di non aver mai detto di essere stato un capocordata  – cercherò di darmi da fare sfruttando le mie conoscenze nel mondo imprenditoriale per trovare eventuali acquirenti o sponsor anche all’estero. Voglio ringraziare in modo particolare tutti i tifosi e gli ultras che nelle ultime settimane non hanno mai fatto mancare la vicinanza ai colori biancorossi”.

Gatti fin dall’inizio ha mostrato concretamente la sua volontà di aiutare la società, per la quale, come ha ribadito più volte Riccardi nel corso della conferenza, nonostante diversi incontri con imprenditori anche non legati al territorio, non si è mai fatto avanti nessuno con un progetto concreto. In questo senso l’ad ha voluto replicare nuovamente a Marco Beccari, patron della Bakery Volley, dopo lo scambio di battute nei giorni scorsi: “Ribadisco che la sua intenzione di acquisire la società era vincolata tassativamente alla permanenza della squadra in serie b, per ragioni legate anche a questioni di marketing territoriale e alla visibilità che il campionato avrebbe portato. Una condizione che io non potevo garantire non sapendo come si sarebbe conclusa la stagione”.

Tornando alle vicende più prettamente calcistiche, Riccardi ha spiegato di essere in attesa della sentenza di primo grado del processo sulla vicenda del calcioscommesse prima di eventuali mosse di mercato (“sarei uno scellerato a firmare contratti senza sapere in quale serie giocheremo”), motivando in questo senso anche il ritardo sull’organizzazione della stagione, che partirà ufficialmente sabato pomeriggio contro il Pontedera. Il nome del nuovo tecnico (“nessuno ha mai chiesto a Volpi e Di Cintio di ricoprire questo ruolo”) si conoscerà dunque verosimilmente nel corso della prossima settimana: “Scordatevi comunque di rivedere molti dei giocatori attuali, assolutamente fuori budget per un campionato di Lega Pro”.

Oggi la nuova Lega Pro – E’ il giorno dei verdetti sui ripescaggi in Lega Pro, che saranno ufficializzati dal Consiglio Federale nel primo pomeriggio. In base alla graduatoria, saranno ammessi in Prima Divisione Avellino, Ternana, Sud Tirol, Prato e Pro Vercelli. Resterà fuori dai giochi, invece, il Poggibonsi, che disputerà la Seconda Divisione anche nella prossima stagione. Sempre nel pomeriggio dovrebbero arrivare anche le prime indicazioni sui due gironi: la sensazione è che si arrivi ad un taglio geografico “verticale”, per evitare i derby più caldi.
Sono 13 i club che hanno fatto domanda di ripescaggio: per la 1a Divisione: 1) A.S. Avellino Calcio 1912 S.r.l. 2) L’Aquila Calcio 1927 S.r.l. 3) U.S. Poggibonsi S.r.l. 4) A.C. Prato S.p.A. 5) A.S. Pro Vercelli 1982 S.r.l. 6) Savona 1907 F.B.C. S.r.l. 7) Fussball Club Südtirol S.r.l. 8) Ternana Calcio S.p.A; per la 2a Divisione: 1) S.C. Caronnese S.r.l. 2) Nissa F.C. S.S.D. a r.l. 3) A.C. Rimini 1912 S.r.l. 4) F.C. Turris 1944 A.S.D. 5) Unione Venezia srl.

Le interviste a Stefano Gatti e Maurizio Riccardi
 

Watch live streaming video from cpilive at livestream.com
cpilive on livestream.com. Broadcast Live Free

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.