Strage di Bologna, oggi le celebrazioni. Da Piacenza il consigliere Fiazza e lo Spi-Cgil 

Il consigliere Christian Fiazza rappresenterà l’Amministrazione comunale alle celebrazioni nel capoluogo emiliano, per ricordare il trentunesimo anniversario della Strage di Bologna, in cui persero la vita 85 persone.

Più informazioni su

Il consigliere Christian Fiazza rappresenterà l’Amministrazione comunale alle celebrazioni in programma oggi nel capoluogo emiliano, per ricordare il trentunesimo anniversario della Strage di Bologna, in cui persero la vita 85 persone ed oltre duecento rimasero ferite. Agli eventi sarà anche presente il gonfalone della città di Piacenza, accompagnato dagli agenti della Polizia municipale. 

Al corteo anche la delegazione dello Spi-Cgil

Ci sarà anche una nutrita rappresentanza di pensionati piacentini dietro le bandiere dello SPI-CGIL a Bologna nel corteo che muoverà alle 9.15 da Piazza Nettuno portandosi in Piazza Medaglie d’Oro, dove dalle ore 10.10 inizieranno i discorsi conclusivi della manifestazione.
 
“Ancora una volta l’intera comunità dell’Emilia-Romagna tutta si stringerà attorno alle famiglie delle vittime del 2 agosto 1980, per continuare a testimoniare solidarietà nel dolore incosolabile e impegno, volontà, forza della memoria di tutti per la verità e la giustizia” dice Tamer Favali, segretario generale Spi Piacenza.

“Dalla commemorazione del 31esimo della strage del 2 Agosto, si alza un argine solidale contro ogni forma di terrorismo, per la pace e la verità, per una rinnovata azione politica di tutte le realtà istituzionali, politiche e sociali che porti questo segno e tutta la volontà e la determinazione necessarie” scrive in una nota la segreteria provinciale Spi Cgil.

“Purtroppo – prosegue la nota – suona quantomeno ingenerosa la decisione del Governo di farsi rappresentare solo dal Prefetto di Bologna: è la prima volta in 31 anni che nessun rappresentante governativo sarà presente a onorare la memoria, testimoniare solidarietà ai famigliari, sottolineare volontà e impegno concreti e atti coerenti per la difesa delle istituzioni democratiche. Una conferma
di quanto sia a una distanza incolmabile l’agire di questo Governo rispetto al sentire comune e ai bisogni di sicurezza della stragrande maggioranza degli italiani”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.