Abbonamenti Teatro, dal 20 settembre si può cambiare posto

Entra nel vivo la campagna abbonamenti della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2011/2012 del Teatro Municipale di Piacenza, la nona organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, con la direzione artistica di Diego Maj. 

Più informazioni su

Campagna Abbonamenti: da martedì 20 settembre cambio turno, posto e/o tipo di abbonamento 
 
Entra nel vivo la campagna abbonamenti della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2011/2012 del Teatro Municipale di Piacenza, la nona organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, con la direzione artistica di Diego Maj. Seconda edizione che nasce sotto l’egida della Fondazione Teatri di Piacenza, con il Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren. 
 
“Tre per Te” propone i tre cartelloni ormai consolidati dal 2003/2004: Prosa e Altri Percorsi al Teatro Municipale, Teatro Danza al Teatro Comunale Filodrammatici. Un nuovo progetto che si articola tra la fine di settembre e la fine di ottobre è la prima edizione del Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”, al Teatro Comunale Filodrammatici: una vetrina sulle nuove generazioni e sul teatro contemporaneo e di ricerca. Concluderà la stagione 2011/2012 il cartellone Pre/Visioni, dedicato ai giovani artisti, alle scuole di teatro, ai laboratori, alle esperienze di residenza artistica: da alcuni anni occasione preziosa di incontro e di confronto tra chi è alla ricerca di una propria dimensione artistica e il pubblico.
Dopo il periodo riservato alle conferme per gli abbonati della stagione precedente, che si concluderà il 17 settembre, da martedì 20 a sabato 24 settembre è prevista la prelazione per i vecchi abbonati che desiderano sì rinnovare la tessera anche per il 2011/2012, ma che vogliono cambiare turno, posto e/o tipo di abbonamento.
Da martedì 27 settembre a sabato 8 ottobre la Campagna abbonamenti sarà aperta a tutto il pubblico, per tutte le tipologie di abbonamenti.
Il servizio di biglietteria è svolto da Teatro Gioco Vita in via San Siro 9 a Piacenza.
La biglietteria di Teatro Gioco Vita nel periodo della Campagna Abbonamenti è aperta dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 18, il sabato mattina dalle ore 10 alle 13, con giorno di chiusura il lunedì.  
Varie sono le tipologie di abbonamento, grazie alle quali ogni spettatore può scegliere il cartellone che è più congeniale ai suoi interessi all’interno delle varie sezioni di “Tre per Te”: Prosa (8 spettacoli), Altri Percorsi (5 spettacoli), Teatro Danza (4 spettacoli), gli abbonamenti cumulativi 2 per Te (Prosa+Altri Percorsi, 13 spettacoli), 2 per Te Danza (Altri Percorsi + Teatro Danza, 9 spettacoli) e 3 per Te (Prosa+Altri Percorsi+Teatro Danza, 17 spettacoli). Confermati i “Carnet 6 spettacoli” (per assistere a 2 spettacoli di Prosa, 2 di Altri Percorsi e 2 di Teatro Danza a scelta). 
Promozioni particolari sono pensate per gli studenti, con prezzi particolarmente vantaggiosi per tutti gli abbonamenti e il Pass studenti che permette di vedere 8 spettacoli (Altri Percorsi + 2 spettacoli di Prosa + 1 spettacolo di Teatro Danza). 
Per tutti c’è poi il Pass L’altra scena per assistere ai 6 spettacoli del primo Festival di Teatro Contemporaneo “L’Altra scena”, in programma al Teatro Comunale Filodrammatici dal 28 settembre al 30 ottobre (i pass e i biglietti per assistere agli spettacoli della vetrina sono già in vendita).
Confermate le offerte e promozioni per i palchettisti che concederanno l’uso del loro palco per uno dei due turni di abbonamento Prosa o per Altri Percorsi, con sconti sull’abbonamento Ingresso Palco o su singoli Ingressi Palco, e quelle per gli abbonati, che potranno assistere gratuitamente ad uno spettacolo a scelta di Pre/Visioni. 
 
 
PROSA
La Prosa, ovviamente, rimane il fulcro di “Tre per Te”. L’apertura della Stagione è segnata dal ritorno a Piacenza di Luca De Filippo, in scena con “Le bugie con le gambe lunghe” (7 e 8 novembre 2011), commedia di Eduardo sul tema della verità e della menzogna, con cui la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo prosegue il lavoro sulla drammaturgia eduardiana, in particolare su quella del dopoguerra. 
Sarà poi la volta di due presenze ormai consuete nel cartellone del Municipale: Emilia Romagna Teatro Fondazione che, in coproduzione con l’Associazione Teatro di Roma, presenterà Umberto Orsini diretto da Claudio Longhi nel testo di Bertolt Brecht “La resistibile ascesa di Arturo Ui” (6 e 7 dicembre 2011), parabola satirica sull’avvento del nazismo in Germania; il Piccolo Teatro di Milano con “Blackbird” (9 e 10 gennaio 2012), in cui il regista catalano Lluís Pasqual si cimenta con un copione scomodo e terribilmente attuale sulle ferite inguaribili di un amore sbagliato, scritto dal quarantenne David Harrower rivelazione della nuova drammaturgia scozzese. In scena Massimo Popolizio e Anna Della Rosa.
Poi il musical, ma quest’anno si tratta di uno spettacolo musicale molto diverso dal solito: “Napoletango” (24 e 25 gennaio 2012), musical latino-napoletano ideato e diretto da Giancarlo Sepe che con questo progetto prosegue un percorso teatrale intrapreso ormai da molti anni e basato sulla fusione tra l’immagine e la musica, trasportate in quel grande contenitore che è il teatro. 
Donatella Finocchiaro e Daniele Russo saranno i protagonisti de “La ciociara” (7 e 8 febbraio 2012), regia di Roberta Torre, testo di Annibale Ruccello tratto dal capolavoro letterario di Alberto Moravia e dal film di Vittorio De Sica che valse l’Oscar a Sofia Loren, una produzione della Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini. 
Vedremo poi in scena Valeria Solarino che dal cinema torna al primo amore, il teatro, interprete di un classico di fine Ottocento, “Signorina Giulia” (28 e 29 febbraio 2012) di August Strindberg, versione italiana, regia e co-interpretazione di Valter Malosti, produzione Fondazione del Teatro Stabile di Torino.
Un altro atteso ritorno è quello di Leo Gullotta, che vedremo in uno Shakespeare “comico”: “Le allegre comari di Windsor” (13 e 14 marzo 2012), regia di Fabio Grossi, produzione Teatro Eliseo.
Infine, a chiudere la stagione, “Rusteghi” – I nemici della civiltà (16 e 17 aprile 2012), da Carlo Goldoni, regia di Gabriele Vacis, che firma anche la traduzione e l’adattamento della commedia goldoniana, una produzione firmata dal Teatro Stabile di Torino e dal Teatro Regionale Alessandrino. Nutrito il cast di attori in scena, tra cui Eugenio Allegri, Mirko Artuso, Natalino Balasso, Jurij Ferrini. 
 
ALTRI PERCORSI
La sezione Altri Percorsi sarà inaugurata dall’Arena del Sole – Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna con “Al dutåur di mât” (15 dicembre 2011), da “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scarpretta. Protagonista Vito, che incontra il regista Nanni Garella e la compagnia di attori-pazienti psichiatrici di Arte e Salute, associazione nata con lo scopo di coniugare il lavoro artistico con il lavoro nel campo della salute mentale, che ha riscosso notevoli riconoscimenti tra cui il Premio Ubu.
Ritorna, dopo alcuni anni di assenza da Piacenza, Angela Finocchiaro con un nuovo spettacolo: “Open Day” (20 gennaio 2012) di Walter Fontana, regia di Ruggero Cara. Sulla scena, a dividere i tormenti di una famiglia alle prese con una figlia adolescente, Michele Di Mauro, attore sensibile ed ironico, applaudito lo scorso anno al Teatro Comunale Filodrammatici nell’ “Enrico 4.”.
L’attrice piacentina Isabella Ferrari con Ennio Fantastichini sarà la protagonista de “Il catalogo” (26 febbraio 2012) di Jean Claude Carrière, traduzione e regia di Valerio Binasco, spettacolo che prosegue in questa stagione la sua tournée italiana iniziata con successo lo scorso anno. Una storia interpretata in Francia nel 1994 da Fanny Ardant e Bernard Giraudeau. La serata con Isabella Ferrari è organizzata in collaborazione con la Società Filodrammatica Piacentina.
Fabrizio Gifuni presenta “L’ingegner Gadda va alla guerra”(9 marzo 2012), uno spettacolo incentrato sulla figura del poeta lombardo e tratto interamente dai suoi Diari di guerra e di prigionia e dal testo Eros e Priapo. Una rielaborazione complessa che vede la figura di Gadda continuamente intrecciarsi con quella di Amleto, in un interessante percorso drammaturgico e attoriale guidato dalla regia di Giuseppe Bertolucci.
Con la regia di Leo Muscato, chiuderà la programmazione 2011/2012 di Altri Percorsi “Tutto su mia madre” (3 aprile 2012), trasposizione del capolavoro cinematografico di Pedro Almodóvar, la cui sceneggiatura originale è stata adattata per il teatro da Samuel Adamson e grazie a questa produzione di Fondazione Teatro Due e Teatro Stabile del Veneto viene rappresentata in Italia per la prima volta. In scena Elisabetta Pozzi, insieme a un nutrito cast di attori tra cui figurano Alvia Reale, Eva Robin’s e Paola Di Meglio. 
 
TEATRO DANZA
La stagione di danza 2011/12,  che come nella passata edizione si terrà al Teatro Comunale Filodrammatici, si apre con il ritorno della Compagnia Abbondanza/Bertoni con “Romanzo d’Infanzia” (18 gennaio 2012), testo di Bruno Stori, coreografia e interpretazione di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, regia e drammaturgia di Letizia Quintavalla e Bruno Stori. Uno spettacolo di particolare intensità e poesia, pluripremiato e acclamatissimo in Italia e all’estero, che ha all’attivo oltre 600 repliche ed è stato tradotto e rappresentato in quattro lingue. Sarà poi la volta di “Atlante del Bianco#2” (24 febbraio 2012) di Damasco Corner, una compagnia formata da ragazzi non vedenti su un progetto di Virgilio Sieni. Nuovi artisti emergenti, tra cui i piacentini Riccardo Buscarini e Chiara Bersani, sono i protagonisti della serata “Tre pezzi sul coraggio” (23 marzo 2012). In programma tre coreografie: “Leoni” di Matteo Fantoni, “Viola” di Marco D’Agostin, “volta” di Riccardo Buscarini, progetto di Chiara Bersani. Chiude il cartellone Zerogrammi con “Mappugghje”. Seconda Variazione (13 aprile 2012), regia e coreografia Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea, spettacolo che vede in scena la danzatrice Chiara Michelini e l’attrice Maria Cristina Valentini.
 
L’ALTRA SCENA. FESTIVAL DI TEATRO CONTEMPORANEO
Un nuovo progetto che si articola tra la fine di settembre e la fine di ottobre è la prima edizione di un Festival di teatro contemporaneo, “L’altra scena”, al Teatro Comunale Filodrammatici. Una vetrina sulle nuove generazioni e sul teatro contemporaneo e di ricerca: in scena Atir con “Cleopatràs”, Piccola Compagnia della Magnolia con “La  casa di Bernarda Alba”, Teatro i con “Hilda”, Babilonia Teatri con “Made in Italy”, Teatro Sotterraneo con “Dies irae” e infine Maria Cassi con “La mia vita con gli uomini…e altri animali”. Il programma dettagliato del festival sarà presentato agli inizi di settembre. 
 
PRE/VISIONI
La sezione “Pre/Visioni”, al suo quinto anno di programmazione, è una porta aperta sui giovani artisti delle scuole di teatro e sulla sperimentazione di nuovi linguaggi. Gli appuntamenti si articoleranno tra maggio e giugno (il calendario definitivo sarà disponibile da gennaio). Confermate alcune presenze ormai consuete nelle ultime edizioni, come la Società Filodrammatica Piacentina con la sua Scuola di Perfezionamento Teatrale, la residenza artistica della Compagnia Diurni e Notturni diretta da Lucia Vasini, l’esito finale di laboratori teatrali che vedranno protagonisti studenti delle scuole superiori, il monologo “Fame d’amore”, tratto dal romanzo  “Come se non fossi mai morto” del piacentino Filippo Corvi, che vede protagonista Sabina Negri diretta da Lorenzo Loris.
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.