Basket, Ucp Morpho espugna il mitico Paladozza

Seconda vittoria consecutiva per la UCP MORPHO, che espunga il mitico PalaDozza contro la Effe BiancoBlu Bologna, avversaria di pari categoria. I ragazzi di Corbani hanno dimostrato di essere in crescita, soprattutto hanno dimostrato caparbio spirito di sacrifico in difesa, una nota più che positiva in vista dell’inizio del campionato. 

Più informazioni su

Seconda vittoria consecutiva per la UCP MORPHO, che espunga il mitico PalaDozza contro la Effe BiancoBlu Bologna, avversaria di pari categoria. I ragazzi di Corbani hanno dimostrato di essere in crescita, soprattutto hanno dimostrato caparbio spirito di sacrifico in difesa, una nota più che positiva in vista dell’inizio del campionato. Quella con la Effe rappresenta il primo test in casa di una diretta avversaria: pochi giorni fa infatti i biancorossi erano già scesi in campo ma per affrontare Pavia, militante in DNA, mentre sabato prossimo vivranno il loro esordio fra le mura amiche, nell’ultima amichevole contro Vacallo. 
 
Al termine della sfida bolognese, coach Corbani analizza cosi l’incontro: “ La nota più positiva è certamente la difesa, mi è piaciuto molto l’atteggiamento che si è riconfermato il medesimo visto a Pavia. In attacco siamo stati meno brillanti dell’altra volta, soprattutto nell’esecuzione dei contropiedi e a riguardo dico che da una parte la squadra è più stanca fisicamente, ma dall’altra che  c’è dietro anche un fattore mentale su cui dovremo lavorare.  A differenza dell’incontro del PalaRavizza, questa partita l’abbiamo iniziata in sottoritmo, dando agli avversari la possibilità  di recuperare velocemente in fase difensiva, ma nonostante ciò siamo stati bravi a trovare una buona circolazione di palla e tiri non forzati. Il sottoritmo ci ha portato, in certe occasioni, a creare cattive spaziature, situazioni su cui lavoreremo nei  prossimi giorni.  Sabato prossimo ci aspetta il match con Vacallo ,dove contiamo di inserire anche Anderson, tenendo sempre ben presente cosa dobbiamo essere: piccoli, veloci e combattenti!!!
 
LA PARTITA: 
Come in quel di Pavia è ancora la mano calda di Harrison a muovere per prima lo score biancorosso, subito seguita da quella di Perego, anche lui dai 6.75. Sul 4-6 per Piacenza il risultato si blocca, in tanti provano delle soluzioni al tiro ma con scarso successo; bisognerà aspettare il canestro più fallo di Infante per ritornare a segnare. Si vedono molte più palle intercettate che punti, soprattutto da parte dei padroni di casa, abili a stoppare i tentativi di contropiede di Passera e Co. Il finale di quarto regala giocate degne di nota, e permette alla Effe di recuperare fino al 20 pari. 
  
Al rientro in campo una circolazione di palla efficace ed esaltante alla vista lancia Piacenza a qualche punto di vantaggio, grazie anche ad Infante, ispirato sotto canestro (9-14). La forza dei ragazzi di Markovsky sta però nella capacità di non perdersi mai d’animo, ricucendo costantemente lo strappo fino al -1 (21-22). Il parziale si chiude con l’UCP MORPHO avanti di 4, al termine di 10 minuti dominati dai punti e dagli assists dell’americano Harrison.
Punteggio che si mantiene basso per più di metà quarto, non mancano i contatti sotto canestro, dovuti ad un’aggressività che aumenta con l’aumentare dei minuti. L’inerzia viene rotta dalla bomba di Harrison prima e dalla tripla in caduta di Voskuil poi, due numeri cestistici apprezzati anche dal pubblico locale (11-14).  L’ultimo giro di lancette propone nuovamente lo stesso tema del primo parziale: la Effe rimane attaccata al risultato e strappa la parità finale sull’errore da tre di Scarone (25-25). 
  
Bologna parte a razzo nei primi tre minuti e si porta subito 4-0, ma basta un rimbalzo offensivo strappato con decisione da Amoroso  per dare a Piacenza nuova energia e nuovi punti (4-6). Il vantaggio non si schioda dalle due o tre lunghezze, tanto è vero che spesso le formazioni si ritrovano in parità, anche se a tratti i bianco blu sembrano avere qualcosa in più da mettere in campo (16-14). Allo scoccare del minuto finale Voskuil, con un gran tiro dall’angolo, segna il 16 pari, e, sempre lui, realizza i due punti conclusivi del match. 
Piacenza vince di sei ed aspetta gli svizzeri del Vacallo: un’altra vittoria significherebbe tris di risultati positivi in questa prima preseason di LegaDue.  
 
EFFE BIANCOBLU BASKET BOLOGNA – UCP MORPHO PIACENZA: 72-78 (20-20, 21-25, 15-15, 16-18)
 
UCP MORPHO PIACENZA: Passera 8, Scarone, Casella 5, Infante 16, Voskuil 20, Amoroso 10, Anderson n.e, Harrison 15, De Nicolao n.e, Perego 5, Varrone n.e, Pene n.e. All: Corbani
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.