Quantcast

Cessione Piace, scade il conto alla rovescia. Poi si parte da zero

Ultime ore di attesa per sapere il futuro societario del Piace. Se entro la mezzanotte di oggi non verrà presentata nessuna fidejussione il contratto depositato dalla cordata guidata da Gianfranceschi potrà essere considerato carta straccia. Quindi tutti in attesa di una notizia che ormai ha il sapore dell’esito di una diagnosi infausta.

Più informazioni su

C’eravamo lasciati con le parole di Gianfranceschi che garantiva di darci notizia nel caso di qualche sviluppo nella vicenda societaria del Piacenza Calcio. Alle 12 di questa mattina nessuna novità.

E ora mancano solo poche ore alla scadenza del diritto di prelazione della cordata guidata da Gianfranceschi. Se entro la mezzanotte di oggi in via Gorra non verrà presentata nessuna fidejussione il contratto depositato dalla cordata potrà essere considerato carta straccia.

Un’ipotesi molto gradita da tutti i tifosi biancorossi che non vedono, per usare un eufemismo, di buon occhio l’arrivo a Piacenza della cordata di Gianfranceschi. Negli ultimi giorni infatti i tifosi hanno dimostrato con diversi mezzi, dal forum al comunicato stampa, il loro disappunto verso Luigi Gallo e verso tutti gli altri soggetti che fanno parte del gruppo. Quindi tutti in attesa di una notizia che ormai ha più il sapore dell’esito di una diagnosi infausta che della risoluzione di un trattativa ormai lunga 3 mesi.

Nel caso di mancato arrivo della fidejussione si aprirebbero nuove strade per il futuro societario del Piacenza. La più probabile è quella dell’arrivo di Stefano Massacci, che nei giorni scorsi si è detto pronto ad investire nel Piacenza Calcio 20 milioni di euro in tre anni. Questa sarebbe l’alternativa preferita dai tifosi, che da tempo sono in contatto con l’amministratore delegato della Ladbroke Development attraverso il forum del sito piacenzacalcio.net. Un’ipotesi ancora tutta da verificare e che non esclude un diverso futuro per il Piacenza.

Tra le altre ipotesi rimane infatti aperta la possibilità che il Piacenza Calcio non venga venduto. Stefano Gatti, che recentemente ha smentito una sua partecipazione nella cordata di Gianfranceschi, è ancora alla ricerca di imprenditori piacentini di “buona volontà” interessati ad entrare come sponsor nel Piacenza.

Per riassumere, società affidata alla cordata di Gianfranceschi o tutto da rifare con il ritorno in gioco di Massacci? La risposta, come nei migliori thriller, solo a mezzanotte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.