Cisl e Uil: “No allo sciopero, ma il Governo è irresponsabile”

No ad ulteriori scioperi, ma ferma critica ai provvedimenti che il Governo Berlusconi continua a modificare in merito alla manovra finanziaria. E’ la posizione di Cisl e Uil Piacenza, rappresentati da Marina Molinari,  Vito Altobello e Massimiliano Borotti.

No ad ulteriori scioperi, ma ferma critica ai provvedimenti che il Governo Berlusconi continua a modificare in merito alla manovra finanziaria. E’ la posizione di Cisl e Uil Piacenza, rappresentati da Marina Molinari,  Vito Altobello e Massimiliano Borotti. “Il nostro – dice Molinari – è un atteggiamento serio e responsabile, anche se si fa fatica ad esserlo se poi chi ci governa dà il cattivo esempio. Credo che sia difficile in questo momento di crisi economica chiedere ai lavoratori di aderire a ulteriori scioperi (che comportano trattenute sugli stipendi, ndr), così come è pericoloso spingere sul conflitto sociale. Non voglio fare attacchi come la Cgil, che ha indetto una mobilitazione nazionale per il 6 settembre, ma dovrebbe comunque non “abboccare” ai tentativi di un ministro come Sacconi, che cerca di dividere il mondo sindacale, riuscendoci, purtroppo”. 

“Il nostro è un lavoro costante e quotidiano – prosegue Borotti -, un’attività di cesello. Non serve fare la voce grossa, e i fatti di questi giorni lo stanno dimostrando. Cambiando continuamente provvedimenti, il Governo in tre settimane si è mangiato la disponibilità ai sacrifici che potevano avere i cittadini. Rispetto alla Cgil, che ha ammesso di voler lavorare accanto alle opposizioni per definire un’alternativa di Governo, e di voler svolgere un ruolo politico, Uil ribadisce di volere solamente promuovere azioni sindacali e tutelare i lavoratori, nell’ambito del ruolo che ci compete”. 

“Chiediamo che la manovra del Governo colpisca chi deve colpire – conclude Altobello -, con azioni serie di repressione dell’evasione fiscale e di riduzione degli sprechi della politica”. Cisl e Uil proseguiranno il loro volantinaggio contro la manovra lunedì a Caorso, martedì a Pontedellolio, mercoledì a Piacenza, giovedì a Fiorenzuola e Castelsangiovanni, in attesa della manifestazione regfionale a Bologna, indetta per il 10 settembre. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.