Quantcast

Contributi a famiglie in difficoltà, nuovo bando da 130mila euro

Il Bando 2011 sarà pubblicato il 17 ottobre prossimo, prevedendo la possibilità di presentare la domanda di contributo entro il termine ultimo del 16 dicembre.

Più informazioni su

Il Comune di Piacenza, Direzione Operativa Servizi alla persona e al cittadino, in accordo con le Organizzazioni dei Sindacati confederali, ha istituito a partire dal 2009 un Fondo a sostegno delle famiglie coinvolte in processi di crisi occupazionale. L’amministrazione comunale ha inteso confermare nel 2011 il proprio impegno a sostegno del reddito e alle condizioni generali di vita di numerose famiglie piacentine, colpite da una congiuntura economica, i cui effetti sul versante occupazionale non cessano di mostrarsi particolarmente critici. A sostegno di un nuovo Bando, e di ulteriori interventi di contrasto della crisi occupazionale, sono state destinate risorse comunali e regionali per un ammontare complessivo di 130.000 euro.

Il Bando 2011 sarà pubblicato il 17 ottobre prossimo, prevedendo la possibilità di presentare la domanda di contributo entro il termine ultimo del 16 dicembre. Beneficiari dell’intervento sono i lavoratori residenti nel Comune di Piacenza e con un valore I.S.E.E. del nucleo familiare per l’anno 2010 non superiore a Euro 25.000,00 che hanno perso l’occupazione o sono interessati da procedure
di sospensione del rapporto di lavoro a partire dal 01/12/’09, per circostanze univocamente riconducibili all’attuale situazione di crisi economica. Parimenti, potranno avere accesso alla misura i cittadini che versano in tale stato dal 1/12/2008 e non abbiano partecipato ai bandi precedenti. Sono interessate dall’intervento tipologie di condizioni occupazionali differenti, per tipologia contrattuale e per la disponibilità o meno di ammortizzatori sociali (Indennità di disoccupazione, Cassa Integrazione ordinaria e straordinaria,
Indennità di mobilità): lavoratori dipendenti, lavoratori atipici e parasubordinati che concludono l’attività (co.co.co. co.co.pro.), lavoratori precari.

La richiesta di contributo, formulata su apposito modello di domanda, deve contenere oltre ai dati anagrafici del richiedente, il valore I.S.E.E. del nucleo familiare per l’anno 2010, l’attestazione della situazione economica presunta per l’anno 2011 rilasciata dai CAAF convenzionati con il Comune di Piacenza. Nella valutazione delle domande si prenderanno in considerazione quindi la situazione economica, occupazionale e sociale dei richiedenti, nonché la composizione del nucleo familiare e la presenza di figli minori o di persone disabili.

Per informazioni è possibile rivolgersi agli Sportelli Informasociale, in via Taverna 39, tel. 0523.492731 mail informasociale@comune.piacenza.it o in via XXIV Maggio 26/28, tel. 0523459090 mail informasociale2@comune.piacenza.it. o
all’Ufficio Relazioni con il Pubblico in Piazza Cavalli 2, tel. 0523.492224 mail
urp@comune.piacenza.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.