Quantcast

Festival “L’altra scena”, primo appuntamento con Cleopatras

“Cleopatràs” di Giovanni Testori, regia di Gigi Dall’Aglio, con Arianna Scommegna e Antony Montanari al violoncello, in scena mercoledì 28 settembre alle ore 21 al Teatro Comunale Filodrammatici.

mercoledì 28 settembre 2011 – Teatro Comunale Filodrammatici – ore 21
ATIR
“CLEOPATRÀS”
 di Giovanni Testori – regia Gigi Dall’Aglio
con Arianna Scommegna – al violoncello Antony Montanari 
 
 
Lo spettacolo dell’ATIR che inaugura a Piacenza il 1° Festival di Teatro Contemporaneo “L’altra scena” organizzato da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, con Fondazione Teatri di Piacenza e Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura, con il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren Emilia è senza dubbio uno di quegli appuntamenti da non perdere.  
Si tratta di “Cleopatràs” di Giovanni Testori, regia di Gigi Dall’Aglio, con Arianna Scommegna e Antony Montanari al violoncello, in scena mercoledì 28 settembre alle ore 21 al Teatro Comunale Filodrammatici.
Vedremo la Scommegna, Premio Hystrio 2011 all’interpretazione, in una straordinaria prova d’attrice che le è valsa il premio della Critica dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro e l’accesso alla finale del Premio Ubu. 
Dopo i due monologhi che l’hanno fatta conoscere e ammirare dal pubblico, “La Mol¬li”, divertimento alle spalle di Joyce, scritto con Gabriele Vacis e “Qui città di m.”, scritto per lei da Piero Colaprico, Arianna si confronta con uno dei più importanti scrittori lombardi del nostro tempo: Giovanni Testori. “Anima Mia” è il nome della tri¬logia di monologhi da lei interpretati. Il filo rosso che li tiene uniti è “la parola nota a tutti gli uomini”, è “sol d’amore il canto mio di me”, è Amore.
«Amore per la mia terra, per la mia città. Milano. – spiega Arianna Scommegna – Milano è la città in cui sono nata e cresciuta, è la città che mi ha permesso di incontrare i miei compagni di viaggio nel teatro, l’Atir. Milano è una mamma dura, amara che solo qualche volta ti sorride e quando lo fa tu dici: però, mia mamma, è bella. “Anima Mia” è un canto per la città, è per me il bisogno di cantare le mie radici e così dare voce e corpo a ciò che non è “inferno” in questa città e “dargli spazio, e farlo durare”. Una scelta meditata a lungo, negli anni, che ha trovato ora la maturità, la forza viscerale e l’equilibrio necessari per incarnare un personaggio complesso e dare voce ad una lingua “feroce, impetuosa, travagliata, scioccante”».
Nel 2005 il Festival Teatrinmovimento di Bassano del Grappa chiese all’attrice Arianna Scommegna di partecipare con una lettura di “Cleopatràs” di Giovanni Testori. Provò subito una forte attrazione e un senso di appartenenza a quella materia, a quei corpi, a quella lingua così legata alla città di appartenenza, Milano, alla forza di quella scrittura così feroce, impetuosa, travagliata, scioccante. Quindi chiese a Gigi dall’Aglio se voleva accompagnarla in questo viaggio Testoriano e lui disse subito sì.  Nacque così una collaborazione preziosa e creativa anche nel travaglio spirituale che si prova quando ci si trova di fronte a Giovanni Testori.
“Cleopatràs” è il primo dei “Tre lai” pubblicati postumi nel 1994. Si tratta di tre lamenti di morte che altrettante figure femminili – Cleopatra e poi Erodiade (Erodiàs) e la Madonna (Mater Strangosciàs) – rivolgono al loro amato.  “Cleopatràs” tocca tutti i tasti del rimpianto per la perduta ricchezza della vitalità e sono proprio gli elementi più concreti della vita ad ossessionare la mente allucinata della morente: i cibi, le bevande, i vestiti, le canzoni, le vacanze… l’attaccamento alla propria terra, a quel regno d’Egitto che nella riscrittura testoriana diventa uno spicchio di Lombardia tra i due rami del lago di Como.
 
INFO 
I biglietti per “Cleopatràs” costano 10 euro (intero) e 5 euro (ridotto); si possono acquistare pass per assistere a tutti i 6 spettacoli in cartellone al costo di 40 euro (intero), euro 20 (ridotto). La prevendita è in corso alla biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9 dal martedì al venerdì ore 10-13 e ore 15-18 e il sabato ore 10.13 (tel. 0523.315578, biglietteria@teatrogiocovita.it). Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona al Teatro Comunale Filodrammatici in via Santa Franca 33 dalle ore 19 (tel. 0523.315578).
 
Per informazioni: Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 – Uffici 0523.332613, info@teatrogiocovita.it.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.