Quantcast

“L’altra scena”, grande successo con “Cleopatras” di Testori foto

Grande successo per il debutto de "L’altra scena", festival di teatro contemporaneo ideato da Teatro Gioco Vita di Diego Maj. 

Più informazioni su

Piacenza – Grande successo per il debutto de “L’altra scena”, festival di teatro contemporaneo ideato da Teatro Gioco Vita di Diego Maj. Per tutta la giornata di ieri il centro cittadino è stato animato dalle performances di Teatro Cinetico, e il Magic Van di Marco Neri e Luca Regina. Un prologo allo spettacolo di apertura, “Cleopatras” di Giovanni Testori, in scena Arianna Scommegna con Antony Montanari al violoncello. 

“Cleopatràs” è il primo dei “Tre lai” pubblicati postumi nel 1994. Si tratta di tre lamenti di morte che altrettante figure femminili – Cleopatra e poi Erodiade (Erodiàs) e la Madonna (Mater Strangosciàs) – rivolgono al loro amato.  “Cleopatràs” tocca tutti i tasti del rimpianto per la perduta ricchezza della vitalità e sono proprio gli elementi più concreti della vita ad ossessionare la mente allucinata della morente: i cibi, le bevande, i vestiti, le canzoni, le vacanze… l’attaccamento alla propria terra, a quel regno d’Egitto che nella riscrittura testoriana diventa uno spicchio di Lombardia tra i due rami del lago di Como.

E il lamento di morte, di vita e di amore di Testori, scritto in una lingua che impasta il dialetto milanese con il latino, così come la stessa Cleopatras dipinge su di se’ i colori delle sue passioni e del rimpianto per il “Gran Tuniàs”, ha conquistato il teatro dei Filodrammatici, tutto esaurito. 

La prima serata del festival ha avuto una coda conviviale, con la via Santa Franca chiusa al traffico e “occupata” dai volontari dell’associazione Amici di Roccapulzana, che hanno sfornato in continuazione i prelibati batarò, specialità dell’Alta Valtidone. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.