Quantcast

Operazione contro il narcotraffico da Brescia, in manette un piacentino

Un traffico internazionale di sostanze stupefacenti dal Sudamerica all’Italia, attraverso la Spagna è stato scoperto dalla squadra mobile  di Brescia. Dieci le ordinanze di custodia cautelare in carcere: coinvolto anche un piacentino.

Più informazioni su

Un traffico internazionale di sostanze stupefacenti dal Sudamerica all’Italia, attraverso la Spagna è stato scoperto infatti dalla squadra mobile della questura di Brescia che questa mattina, nell’ambito dell’operazione ‘Ticino’ ha eseguito dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di esponenti ‘storici’ del narco-traffico bresciano.

Si tratta di cittadini, prevalentemente italiani, tutti pregiudicati e tutti indiziati, a vario titolo, dei reati di traffico internazionale, detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di cocaina, riciclaggio e ricettazione. Nel dettaglio sono otto cittadini italiani, sette dei quali originari della provincia di Brescia ed uno di quella di Piacenza, e di due cittadini stranieri, uno di nazionalità francese e l’altro rumena. In manette è finito Sandro Murelli, 43enne residente nel bresciano.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia, hanno ripercorso e ricostruito un traffico di un centinaio di chili di cocaina. A dicembre già erano stati effettuati sequestri per 10 chili di droga, destinata ad approvvigionare il mercato del bresciano, del Veneto e del Nord Italia.

Una cinquantina di poliziotti della Squadra mobile, del Reparto prevenzione crimine ‘Lombardià, con l’aiuto di cani anti-droga, sono stati impegnati questa mattina nelle operazioni di cattura e perquisizione. Quattro sono state, infatti, le perquisizioni domiciliari eseguite.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.