Quantcast

Piace, svanisce l’ombra di Gallo, Garilli: "Massacci, se ci sei batti un colpo"

Svanita l’ipotesi dell’acquisto del Piacenza Calcio da parte della cordata rappresentata dall’avvocato Pierfranceschi, se qualcuno intende comprare la squadra biancorossa si faccia avanti. E’ il succo del comunicato diramato in serata dal presidente Fabrizio Garilli che fa sintesi della situazione

Più informazioni su

Palla al centro, comincia una nuova partita. Svanita l’ipotesi dell’acquisto del Piacenza Calcio da parte della cordata rappresentata dall’avvocato Gianfranceschi, se qualcuno intende comprare la squadra biancorossa si faccia avanti. E’ il succo del comunicato diramato in serata dal presidente Fabrizio Garilli che fa sintesi della situazione ad oggi, venerdì 30 settembre. Di certo sul campo non c’è più l’offerta della cordata Gianfranceschi (essendo scaduto il termine del diritto di prelazione fissato al 30 settembre) di cui si è parlato tanto, particolarmente invisa ai tifosi piacentini per la presenza di Luigi Gallo, personaggio dai trascorsi discussi nel mondo del calcio.

La svolta nella tormentata vicenda della cessione del Piace ancora non c’è, ma Garilli, nel suo comunicato si appella apertamente a Massacci, l’altra persona interessata alle sorti della compagine piacentina, entrato in scena nelle settimane passate. "Al signor Massacci, che vedo bene come futuro Presidente biancorosso dico – afferma Garilli – se c’è, batta un colpo. Sono a sua disposizione per concludere in tempi brevissimi, ma a una  sola condizione: che la fidejussione di cui si è fatto un gran parlare sulla stampa, di una delle prime venticinque banche europee, che io non ho mai visto né ricevuto, venga depositata preliminarmente alla trattativa, a garanzia dell’effettivo interesse e al fine di una rapida conclusione".

Ecco il testo integrale del comunicato firmato da Fabrizio Garilli:

Da giorni si fa un gran parlare sulla cessione delle mie azioni del Piacenza F.C. Sono state dette parecchie cose non vere e spesso anche offensive. Io avevo scelto la strada di tacere e così ho fatto, in quanto ritenevo doveroso e corretto attendere l’esito dell’operazione. Ora posso dire che il contratto preliminare con l’avv.Gianfranceschi è pressoché risolto in quanto le garanzie previste non sono state consegnate e alle 24 di questa sera spirerà il termine per la stipula del contratto definitivo.Come è pubblicamente noto, ho iscritto la squadra per evitare la sua cancellazione dal panorama calcistico e per favorire il subentro, in tempi brevi, da parte di qualcuno dei numerosi pretendenti comparsi sulla stampa locale. Sia chiaro a tutti, a oggi, non ho ricevuto alcuna proposta da parte di imprenditori piacentini, ai quali avrei ceduto ben volentieri il timone della squadra.

A questo punto, per evitare ulteriori polemiche e levate di scudi invito, per l’ultima volta, chiunque sia seriamente interessato a farsi avanti, poiché diversamente mi riterrò definitivamente libero di adottare ogni decisione più opportuna. Al signor Massacci, che vedo bene come futuro Presidente biancorosso dico: se c’è, batta un colpo. Sono a sua disposizione per concludere in tempi brevissimi, ma a una  sola condizione: che la fidejussione di cui si è fatto un gran parlare sulla stampa, di una delle prime venticinque banche europee, che io non ho mai visto né ricevuto, venga depositata preliminarmente alla trattativa, a garanzia dell’effettivo interesse e al fine di una rapida conclusione.

Fabrizio Dott. Garilli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.