Quantcast

Sul web si scatena la protesta del tifo biancorosso

Domani una manifestazione o una conferenza stampa dei tifosi contro la cessione della società alla cordata di Gianfranceschi e Gallo

Più informazioni su

Sale la protesta dei tifosi biancorossi nei confronti della trattativa di cessione della società che appare in fare di chiusura (Leggi: Piace, bocche cucite per non disturbare la trattativa), che consegnerebbe il Piace nelle mani di una cordata che sembra non offrire le necessarie garanzie alla città. E lo fa attraverso il web: il forum Piacenzacalcio,net, punto di riferimento per il tifo biancorosso, è diventato da giorni una piazza dove confrontarsi e discutere del futuro della società, e soprattutto condividere i propri timori. Troppe le coincidenze con la storia della Lucchese, che a giugno è fallita dopo l’intervento di un gruppo di imprenditori rappresentati dall’avvocato Gianfranceschi, con la regia di Luigi Gallo. A Lucca si scatenò un’autentica sollevazione popolare, e da Lucca arrivano in questi giorni segnali preoccupanti per i tifosi biancorossi, sotto forma di resoconti dettagliati della storiaccia Lucchese.

La figura di Luigi Gallo, in particolare, è al centro dei sospetti: più volte coinvolto in questioni poco chiare nel mondo del calcio, l’imprenditore genovese è inibito per due anni dal mondo del calcio per due anni (circostanza che ci è stata confermata da Gianfranceschi), motivo per cui non può assumere cariche formali al di là di non meglio specificati ruoli di consulenza. Un consulente, come Luciano Moggi avrebbe dovuto esserlo a Bologna per un Menarini sempre più in difficoltà: all’epoca fu una Piazza Maggiore stipata all’inverosimile a fare desistere il geometra bolognese proprietario della società rossoblù, che passò poi la mano a Porcedda dopo pochi mesi.

Anche a Piacenza qualcosa si muove: per oggi è prevista una presa di posizione dei tifosi biancorossi, forse una conferenza stampa nel pomeriggio. In precedenza, gli amministratori del forum piacenzacalcio.net si sono rivolti alla FIGC per chiedere chiarimenti in merito al ruolo di Luigi Gallo, nonostante l’inibizione, come consulente di mercato per il Piacenza negli ultimi febbrili giorni di calciomercato. Questo il testo dell’email inoltrata alla FIGC:

“In quanto tifoso sono estremamente preoccupato riguardo alla cessione della società Piacenza Calcio. In data 24 settembre l’avv. Gianfranceschi, durante una conferenza stampa tenuta presso la sala stampa del Piacenza Calcio, ha confermato la presenza di Luigi Gallo nelle operazioni di mercato effettuate il giorno 30 agosto. Il sig. Luigi Gallo ha assistito a diversi allenamenti della prima squadra e in partite ufficiali: costui è stato deferito per due anni dalla procura federale. Riporto il testo della sentenza della commissione disciplinare nazionale n. 58 del 17.02.2011. Deferimento della procura federale a carico di Luigi Gallo (già presidente dell’Ac Venezia 1907), Francesco Dal Cin (già amministratore unico della società Venezia 1907 srl), Giuseppe Audino (amministratore delegato dell’Ac Venezia 1907), Giorgio Grinfone, Carlo Manti e Luigi Panetta (consiglieri d’amministrazione dell’Ac Venezia 1907). Causa: fallimento Venezia 1907 datato 23 giugno 2005.
Per l’applicazione delle norme art. 21 commi 2,3 delle Noif avendo i predetti ricoperto nel biennio precedente alla dichiarazione di fallimento cariche sociali della AC Venezia 1907. Condanna Luigi Gallo all’inibizione per due anni, Francesco Dal Cin all’inibizione per 5 anni, Giuseppe Audisio all’inibizione per due anni, Carlo Manti e Luigi Panetta all’inibizione per un anno. Stralciata la posizione di Giorgio Grinfone perché non correttamente notificati deferimento e convocazione per l’udienza. Nessuno dei soggetti era presente in aula. Essendo molto preoccupato per la sorte della mia squadra del cuore, invito Voi ad indagare e a fare chiarezza su questa situazione inquietante. Distinti saluti”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.