Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Agrisystem, ai nastri di partenza il sesto ciclo in Cattolica  

Lunedì 7 novembre inizia il nuovo anno accademico per la scuola di dottorato. Sarà ospite il dott. Romano Marabelli, del Ministero della Salute, che interverrà sul tema delle nuove problematiche in materia di sicurezza alimentare. L’incontro è aperto al pubblico.

 
 

Più informazioni su

É fissato per il 7 novembre l’inizio del sesto ciclo di attività della Scuola di dottorato per il Sistema Agroalimentare: l’intenso percorso formativo vedrà impegnati, per tre anni, i 19 migliori candidati italiani e stranieri che, fortemente motivati alla ricerca nel settore agroalimentare, hanno brillantemente superato le prove di ammissione.

 
 
I neo dottorandi entreranno così ufficialmente nella Scuola e si aggiungeranno ai 58 colleghi iscritti ai cicli precedenti e impegnati attualmente in attività di ricerca in Italia o all’estero.
 
Alle ore 10 il nuovo anno accademico prenderà il via presso la sala “G.Piana” della Cattolica di Piacenza, dove i dottorandi riceveranno il benvenuto del Direttore di Sede dott. Mauro Balordi, del Coordinatore della Scuola prof. Romeo Astorri, del Presidente del Comitato Scientifico della Scuola prof. Gianfranco Piva, del Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano dott. Giacomo Marazzi.
 
In occasione dell’Agrisystem Welcome Day la Scuola aprirà le porte a tutti coloro che, anche esterni, sono interessati ai temi affrontati nel programma. Il primo intervento della mattina sarà tenuto dalprof. Stefano Poni, Direttore dell’Istituto di Frutti-Viticoltura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e presidente della Commissione giudicatrice, cui faranno seguito gli interventi del prof. Daniele Rama (Smea, Alta Scuola in Economia Agroalimentare – Università Cattolica del Sacro Cuore) che parlerà delle prospettive economiche del sistema agroalimentare, e del dott. Romano Marabelli (Ministero della Salute – Capo Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti) che incentrerà la sua relazione sulle nuove problematiche in materia di sicurezza alimentare.
 
Agrisystem è una “formula” innovativa che, per la sua internazionalizzazione e per le sue modalità organizzative, può essere considerata aderente allo schema del nuovo decreto sulla disciplina del dottorato di ricerca. La Scuola raggruppa le Facoltà piacentine (Agraria, Economia e Giurisprudenza) per assicurare formazione e competenze interdisciplinari, come richiesto dal complesso sistema agroalimentare, con una forte spinta internazionale per uno studio allargato al sistema “Europa” e al sistema “mondo”.
Con le sue due aree di approfondimento (Economico-Giuridica e Biologico–Agraria) e i suoi 8 indirizzi di ricerca, la Scuola riscuote sempre un ottimo successo, come si desume dall’elevato numero di domande di partecipazione al concorso, non usuale per una scuola di dottorato.
 
La Scuola, da quest’anno, si apre anche al mondo delle imprese con la possibilità di attivare percorsi di dottorato in co-tutela con imprese che intendono sviluppare specifici progetti di ricerca e al contempo investire sulla crescita di giovani ricercatori.
 
L’attività didattica, con più del 60% di lezioni in lingua inglese, impegnerà i dottorandi da novembre a fine febbraio con 176 ore di lezioni frontali alle quali andranno aggiunte le 60 ore di corso di approfondimento della lingua inglese in preparazione del periodo all’estero che la Scuola prevede come obbligatorio. Parte integrante dell’attività didattica sono i seminari che vengono organizzati ogni anno su tematiche di particolare attualità da esponenti del mondo accademico e/o scientifico.
 
Fondamentale è stato il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano che, dal 2006, ha garantito ai dottorandi 32 borse di studio triennali e alla Scuola le risorse necessarie al suo funzionamento.

Cattolica, dal 3 novembre il corso per assaggiatori di vino

Gli studenti della Facoltà di Agraria hanno organizzato, in collaborazione con l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino, un corso per aspiranti assaggiatori di vino, che si svolgerà nella sede piacentina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore dal 3 novembre al 31 gennaio il martedì e il giovedì dalle 19.30 alle 21.30, per un totale di 18 lezioni.

 
Il responsabile scientifico del corso è la dott.ssa Milena Lambri dell’Istituto di enologia ed ingegneria alimentare. Gli studenti della Facoltà di Agraria si sono impegnati a contattare le cantine, le quali sponsorizzano in parte l’evento tramite l’invio dei propri vini. 
 
Il corso è aperto in primo luogo agli studenti, per i quali è riservato un prezzo ridotto, ma anche agli esterni interessati.
 
Per informazioni ed iscrizioni:

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.