Quantcast

Ai Filodrammatici va in scena un feroce ritratto “made in italy”

"made in italy", vincitore del premio Scenario nel 2007, è una perfomance feroce e ironica che, come fa capire fin dalla prima scena con i due attori Valeria Rimondi e Enrico Castellani che lasciano cadere gli accapatoi restando in deshabillé, mette a nudo le piccolezze di un Nord Est che diventa paradigma di tutto lo stivale. 

Più informazioni su

Le aspettative, come avevano anticipato gli spettatori più esperti, erano alte per “made in italy”, spettacolo di Babilonia Teatri, inserito da Teatro Gioco Vita nella ressegna dedicata al teatro contemporaneo “L’altra scena”. E non sono andate a deluse: “made in italy”, vincitore del premio Scenario nel 2007, è una perfomance feroce e ironica che, come fa capire fin dalla prima scena con i due attori Valeria Rimondi e Enrico Castellani che lasciano cadere gli accapatoi restando in deshabillé, mette a nudo le piccolezze di un Nord Est che diventa paradigma di tutto lo stivale. 

A ritmo di una musica mixata da una dj in bikini a stelle e strisce, Rimondi e Castellani sciorinano una filastrocca violenta e monocorde come sono gli italiani stessi: razzisti, ipocriti e qualunquisti, rapiti dai piccoli e grandi riti del calcio e dei funerali di massa, come quello (par di capire), del tenorissimo Pavarotti. Tutti uguali a se stessi, come i nanetti e Biancaneve schierati sul palco nella chiusura dello spettacolo.

Sale l’attesa, quindi per la penultima proposta della rassegna L’altra Scena, curata da Jacopo Maj, Dies Irae, in programma il prossimo mercoledì sempre ai Filodrammatici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.