Quantcast

Al Milestone arriva The Swingers Quintet

Venerdì 7 ottobre 2011, la rassegna "I venerdì del jazz" ospita al Milestone di via Emilia Parmense 27, la prima jam session della sesta stagione, alla quale sono invitati tutti i musicisti che vogliano esprimere il loro amore per il jazz suonando insieme gli standard e il blues. 

Più informazioni su

Venerdì 7 ottobre 2011, la rassegna “I venerdì del jazz” ospita al Milestone di via Emilia Parmense 27, la prima jam session della sesta stagione, alla quale sono invitati tutti i musicisti che vogliano esprimere il loro amore per il jazz suonando insieme gli standard e il blues. Ad aprire la serata sarà The Swingers Quintet con Marco Zignani al saxofono baritono, Mauro Bonfanti al trombone, Stefano Scariot alla chitarra, Franz Valcanover al basso e Oberdan Galvani alla batteria. La jam session inizierà alle ore 22.30 (ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi), ma già dalle 20.30 sarà possibile accedere al locale (info al n.345.7404041 per prenotazione tavolo per cena).
 
Il gruppo The Swingers Quintet avrà il compito di “scaldare” l’ambiente con alcuni brani, per lasciare poi spazio ai musicisti che vorranno partecipare al concerto con il loro strumento. La jam session, cara a tutti i musicisti ed ogni jazz club che si rispetti, è una riunione di musicisti che si ritrovano per una performance musicale, senza aver nulla di preordinato, se non “giri” di accordi e temi conosciuti, i cosiddetti “standard”. Il termine, che probabilmente deriva da "Jamu", una parola dell’Africa Occidentale che significa "insieme in concerto", è nato negli anni venti negli ambienti jazz e si è poi diffuso anche nel rock. Le jam session sono un ritrovo di musicisti che hanno così l’opportunità di provare nuovo materiale musicale e mettere alla prova la loro abilità di improvvisatori, in confronto con altri strumentisti. Alle jam possono partecipare musicisti di tutti i livelli. Leggendarie negli anni ’40 furono le jam session del club di New York “City Minton’s Playhouse”, che dopo l’orario di chiusura ospitava musicisti come Ben Webster e Lester Young ed i giovani della nuova leva bebop come Thelonious Monk, Charlie Parker e Dizzy Gillespie. Questi incontri spesso si trasformavano in vere e proprie competizioni fra virtuosi. Le jam tra l’altro sono un terreno fertile per l’incontro tra musicisti, lo scambio di idee e sono quindi l’occasione dove nascono molte collaborazioni musicali. Venerdì sera saranno molti i musicisti, ben noti al pubblico del Milestone, che si alterneranno sul rinnovato palco del jazz club per contribuire alla festa con il loro strumento.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.