Quantcast

Alluvione, Caritas vicina alle popolazioni di Liguria e Toscana

Quanti intendono sostenere gli interventi in corso tramite Caritas Italiana possono inviare offerte su C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Emergenza Liguria/Toscana 2011”.

Più informazioni su

EMERGENZA IN LIGURIA E TOSCANA – Caritas Italiana vicina alla popolazione colpita
 
Nonostante gli allerta della protezione civile, è tragico il bilancio accertato delle vittime, mentre si contano ancora i dispersi dopo le violentissime precipitazioni che hanno colpito in modo particolare la zona dello Spezzino in Liguria e la zona della Lunigiana in Toscana.
Alcuni fiumi sono esondati e l’acqua ha creato colate di fango che scendendo dalle colline hanno travolto case, automobili, infrastrutture. Circa 2000 abitazioni sono prive dei servizi essenziali, come la luce e il gas. Nei paesi più colpiti mancano anche i generi di prima necessità (acqua, pane, medicinali….). Frane e strade allagate rendono difficile la circolazione, sono stati interrotti i trasporti ferroviari.
Caritas Italiana ha subito contattato le Caritas coinvolte e i delegati regionali delle Caritas della Liguria e della Toscana e segue l’evolversi della situazione.
 
 
Quanti intendono sostenere gli interventi in corso tramite Caritas Italiana possono inviare offerte su C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Emergenza Liguria/Toscana 2011”. Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
 
§ UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
 
§ Banca Prossima, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
 
§ Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma – Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384
 
§ Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113
 
§ CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)
Alluvione, la Nazionale Italiana Sindaci a fianco del Comune di Brugnato
 
 A seguito della drammatica alluvione, sono tanti i Comuni che hanno subito danni gravissimi e che hanno pertanto bisogno di un aiuto concreto e immediato da parte di tutti. Per questo la Nazionale Italiana Sindaci Onlus sempre attenta alle questioni sociali e pronta ad intervenire, ha voluto gemellarsi con uno di questi comuni:

“Con Paolo Panattoni, Sindaco di San Giuliano Terme – dichiara Roberto Reggi Sindaco di Piacenza, Presidente della Nazionale e Vice Presidente ANCI – si è pensato ad un modo per contrastare l’emergenza in qualità di Nazionale Italiana Sindaci Onlus. Questo pensiero è nato, oltre che per la doverosa vicinanza tra municipalità italiane, anche perché tra gli associati storici della nostra Nazionale c’è il Sindaco di Brugnato, Claudio Galante, che nel suo comune ha subito ingenti danni”.

Pertanto ogni Comune parte della NIS contribuirà secondo le proprie possibilità fornendo il materiale che lo stesso sindaco Galante indicherà. La Nazionale Italiana Sindaci esprime la propria solidarietà e vicinanza ai Sindaci, alle popolazioni locali colpite e alle famiglie delle vittime.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.