Quantcast

Assofa, trent’anni accanto ai disabili e alle famiglie FOTO E VIDEO foto

Inaugurata la nuova sede alla Veggioletta, grazie alla generosità di privati e della Fondazione. Festa per le autorità e per gli ospiti, con uno spettacolo musicale e di danza.

Più informazioni su

Inaugurata la nuova sede alla Veggioletta, grazie alla generosità di privati e della Fondazione. Festa per le autorità e per gli ospiti, con uno spettacolo musicale e di danza. Tanti i presenti che non hanno voluto far mancare la propria vicinanza all’associazione fondata a Piacenza nel 1981. 
“Cinque anni fa abbiamo saputo che avremmo dovuto lasciare i locali di via Gaspare Landi – ha spiegato il presidente Giovanni Bianchini – e ci siamo affidati alla Provvidenza. La ditta Molinaroli costruzioni ci ha donato il terreno e grazie ai propri fornitori siamo riusciti a realizzare quest’opera. Dobbbiamo ringraziare anche la Fondazione di Piacenza e Vigevano che ci ha concesso una importante somma, che abbiamo completato con un mutuo coperto dalle famiglie degli ospiti. Ora mancano circa 70mila euro per completare gli arredi, ma contiamo di raccogliere fondi nei prossimi mesi grazie a diverse attività”.
Il vescovo Gianni Ambrosio ha benedetto la struttura, auspicando che “le persone sappiano trovare sul volto dei nostri fratelli più in difficoltà il volto di Cristo”.
Tante le autorità presenti, dal sindaco Roberto Reggi con il vicesindaco Francesco Cacciatore e l’assessore Giovanna Palladini al presidente della Provincia Massimo Trespidi, assieme al presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Giacomo Marazzi e i responsabili della ditta Molinaroli costruzioni. 

Il centro. L’edificio costruito nel rispetto delle normative sul risparmio energetico e con materiali altamente prestazionali, è destinato alle attività della Scuola dell’autonomia: laboratorio di Musicarterapia, laboratorio di cucina, laboratorio di scultura, uno spazio per quanto serve all’attività sportiva (squadra di bocce, squadra di basket, judo, squadra di calcetto), laboratorio di comunicazione ed espressione.

L‘ampio salone del pianterreno è attrezzato con impianto audiovideo (e tende di oscuramento) per poter effettuare proiezioni in qualsiasi momento in uno spazio che può essere flessibile in relazione alle attività ma anche per Feste e convegni.
Al primo piano c’è uno spazio per il Laboratorio di editoria ed un appartamento destinato ad essere utilizzato da una famiglia con un disabile nell’ambito di un accordo legato al “durante” ed al “dopo di noi”.
L’Appartamento al 2° piano capace di accogliere sino a 5 disabili è destinato, per ora, ad emergenze e interventi di sollievo. L’ampio cortile ricavato è destinato alle feste del sabato all’aperto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.