Quantcast

Copra Elior, luce spenta a Modena: contro la capolista rimedia un 3-0

Niente da fare per i biancorossi nella tana della capolista Casa Modena, il match si risolve in meno di un’ora e mezza. I parziali sono eloquenti e dimostrano la superiorità dei padroni di casa.

CASA MODENA – COPRA ELIOR PIACENZA 3-0 (25-20, 25-13, 25-18) – CASA MODENA: Manià (L), Sala 4, Dennis 11, Kooy 19, Yosifov 9, Esko 3, Martino, Casoli, Anderson 12. Non entrati Catellani, Diachkov, Nemec, Carletti. All. Bagnoli. COPRA ELIOR PIACENZA: Ammerman 1, Marra (L), Kral 2, Sidibé 3, Papi 7, Zhekov, Nikolov 15, Tencati 4, Marretta 3, Penchev 1. Non entrati Massari, Zlatanov. All. Lorenzetti. ARBITRI: Gnani, Vagni. NOTE – Spettatori 3690, incasso 25611, durata set: 26’, 21’, 25’; tot: 72’.
 
Casa Modena centra la quarta vittoria in altrettanti incontri e si conferma al comando della classifica di Serie A1. I gialloblù hanno sfoderato una prestazione maiuscola ed hanno piegato nel derby della via Emilia una Copra Elior Piacenza comunque non al meglio (assente Holt e Zlatanov solo in panchina per un problema fisico).
Davanti ai quasi 4000 tifosi del PalaCasaModena, capitan Dennis e compagni hanno condotto la gara praticamente dal primo all’ultimo punto.
La differenza anche nei numeri: Casa Modena ha chiuso con il 59% in ricezione ed il 58% in attacco, mentre Piacenza con il 35% in ricezione ed il 37% in attacco.
Daniele Bagnoli ha confermato il sestetto con Kooy e Anderson schiacciatori titolari e Matteo Martino (oggi per la prima volta a disposizione) ha fatto il suo esordio giocando scampoli di tutti e tre i set sempre in seconda linea. In campo dall’inizio alla fine anche il recuperato centrale Yosifov, mentre per l’ultimo arrivato Nemec non c’è stato l’ingresso in campo.
Dall’altra parte della rete l’ex Angelo Lorenzetti, salutato dal PalaCasaModena con un bell’applauso, ha schierato il francese Sibidè titolare in posto per Zlatanov e Kral al centro per Holt. Modena è sempre stata avanti, “spingendo” al servizio e concretizzando a muro e nelle rigiocate. Miglior Giocatore in campo lo schiacciatore olandese di Casa Modena Dick Kooy: per lui 19 punti, 4 ace, 2 muri, il 75% in ricezione e l’81% in attacco.
 
Daniele Bagnoli (allenatore Casa Modena): “Da un lato bisogna riconoscere che Piacenza non era al meglio e lamentava alcune assenze importanti. Dall’altro c’è da segnalare la nostra prestazione davvero di buon livello sia per la concentrazione sia per l’applicazione tecnica. Naturalmente sono molto contento per il risultato, ora dobbiamo continuare ad allenarci con questa intensità”.
Angelo Lorenzetti (allenatore Copra Elior Piacenza): “Non è semplice allenarsi con queste assenze e naturalmente anche giocare. Ho preferito non rischiare Zlatanov, lo avrei inserito solo in caso di un finale di set in equilibrio. Potevamo comunque fare qualcosa in più, soprattutto nel primo set”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.