Quantcast

Dieci anni dopo Linate, il Comune presente alla cerimonia a Milano foto

In occasione del decimo anniversario della tragedia di Linate nella quale persero la vita i piacentini Luca Polastri, Marco Moroni e Simone Agosti, anche il Comune di Piacenza partecipa alla commemorazione a Milano, in Duomo. 

Più informazioni su

Sabato 8 ottobre, in occasione del decimo anniversario della tragedia di Linate nella quale persero la vita i piacentini Luca Polastri, Marco Moroni e Simone Agosti, anche il Comune di Piacenza, rappresentato dal consigliere comunale Stefano Perrucci, partecipa – con il gonfalone della città – alla cerimonia di commemorazione che si terrà alle 10 a Milano, in Duomo. Alle 12 è programmata una visita al Bosco dei faggi, che all’interno del parco Forlanini, adiacente all’aeroporto, ricorda le 118 vittime del disastro di Linate. 
Nella stessa giornata, inoltre, sarà deposto un cesto di fiori accanto alla targa collocata nel giardino di via Serravalle Libarna, all’Infrangibile, in ricordo delle vittime piacentine del drammatico incidente.

8 ottobre 2001 

Alle 8 e 20 dell’8 ottobre 2001, all’aeroporto di Linate, due aerei si scontrano sulla pista in fase di rullaggio. 
 
Un MD87 della Sas (volo SK 686) con 104 passeggeri a bordo (48 italiani e 56 stranieri), in fase di decollo ha centrato un Cessna tedesco, per poi finire fuori pista e coplire in pieno un deposito di bagagli. L’Md87, diretto a Copenaghen, si è spezzato in due e ha subito preso fuoco. L’incidente, che ha causato 118 vittime, è il più grave che si sia verificato in Italia. Tra le cause sicuramente la nebbia che avvolgeva la pista, ma soprattutto l’assenza di un radar di terra, non funzionante dal 1999. 
Sull’aereo diretto a Copenhagen hanno perso la vita tre piacentini: Luca Polastri, 25 anni, Marco Moroni, 26, Simone Agosti, 29 anni. Polastri e Moroni erano due trasfertisti dell’Amada Schiavi, diretti a Copenhagen per motivi di lavoro. Simone Agosti, di Castelvetro, era ingegnere delle telecomunicazioni ed era diretto in Svezia, dove viveva e lavorava. Se il corpo di Simone ha potuto essere restituito in tempi brevi ai propri cari, che hanno potuto celebrare il funerale a Croce Santo Spirito il 13 ottobre, così non è stato per Luca e Marco. I parenti hanno dovuto attendere una decina di giorni per l’esito degli esami del Dna. L’ultimo saluto a Marco si è tenuto il 18 ottobre in Santa Brigida, mentre i funerali di Luca si sono tenuti il 19 ottebre, nella chiesa della Santissima Trinità.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.