Quantcast

Fucilata al ladro, denunciato per lesioni imprenditore di Sarmato   foto

Un imprenditore di 59 anni residente a Sarmato in provincia di Piacenza e’ stato denunciato dai carabinieri per lesioni gravi e aggravate, per aver sparato ad uno dei romeni che ieri sera intorno alle 21 stavano rubando del carburante da alcuni mezzi agricoli 

Più informazioni su

AGGIORNAMENTO – Denunciato per lesioni aggravate l’imprenditore che ha sparato – Un imprenditore di 59 anni residente a Sarmato in provincia di Piacenza e’ stato denunciato dai carabinieri per lesioni gravi e aggravate, per aver sparato ad uno dei romeni che ieri sera intorno alle 21 stavano rubando del carburante da alcuni mezzi agricoli, fermi in un suo cantiere di Borgonovo (Piacenza).

L’uomo, che ha dichiarato di essere stato vittima negli ultimi mesi di una cinquantina di furti, era a casa quando ha ricevuto sul cellulare l’allarme del sistema di sicurezza della sua azienda. E’ cosi’ subito uscito, imbracciando un fucile a pompa Maverick calibro 12, regolarmente denunciato ma che non avrebbe potuto portare fuori casa. Secondo la versione fornita ai carabinieri, dopo aver visto due uomini armeggiare nei pressi degli escavatori avrebbe esploso almeno quattro colpi (quattro sono i bossoli ritrovati nel cantiere) in aria dal ponte della Mottaziana per metterli in fuga. E’ quindi sceso nel cantiere notando le taniche usate per sottrarsi il gasolio. Ma quando si e’ avvicinato ad una delle ruspe, una sagoma e’ spuntata da dietro al mezzo.

L’imprenditore ha detto di essersi spaventato, di aver perso l’equilibrio esplodendo accidentalmente un colpo che ha centrato il romeno, 35 anni residente a Vicobarone, al petto. E’ stato lo stesso 59enne a chiamare il 118 e i carabinieri. Il ferito, la cui auto è stata recuperata nascosta nelle vicinanze, è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Si trova in prognosi riservata e nelle prossime ore dovrà essere nuovamente operato. L’altro uomo presente sulla scena, un rumeno 30enne di Ziano è invece fuggito a piedi. Rintracciato circa due ore dopo nella sua abitazione ha ammesso le proprie responsabilità in merito al furto del gasolio ma non ha saputo ricostruire quanto accaduto. L’imprenditore è stato condotto in caserma dove ha fornito la sua versione dei fatti. L’accusa nei suoi confronti, come detto, è quella di lesioni aggravate.

Dovrà inoltre rispondere di porto abusivo di arma da fuoco. I due rumeni sono invece stati denunciati per furto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo con il capitano Rocco Papaleo e i colleghi della stazione di Borgonovo. Agli ulteriori rilievi insieme agli accertamenti balistici il compito ora di stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

“SPARO ACCIDENTALE”

Ferito da una fucilata al petto: è accaduto ieri sera intorno alle 21 a Ponte Tidone di Mottaziana di Borgonovo (Piacenza). 

L’uomo ferito, un romeno di 35 anni residente a Ziano, Jucan Dorel, si trovava accanto a un escavatore ed a una ruspa:  a sparare il proprietario dei mezzi e titolare di una ditta di escavazioni. Secondo le prime ricostruzioni pare che quest’ultimo pensasse che l’uomo si stesse impossessando di gasolio, con una canna. Tuttavia il colpo sarebbe partito accidentalmente. Così avrebbe raccontato ai carabinieri, ai quali ha subito dato l’allarme.

Il ferito è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Piacenza. Sul caso indagano i carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.