Quantcast

I vincitori del Tendenze Festival nel circuito “Emilia Romagna Indies”

“Il progetto – ha spiegato l’assessore Castagnetti – è la riconferma dell’impegno dell’ amministrazione comunale nel valorizzare a livello nazionale quanto fatto a livello locale, dando continuità ai percorsi intrapresi".

Promuovere Piacenza attraverso la musica indipendente, offrire alle giovani band emergenti l’occasione di esibirsi su palchi nazionali prestigiosi e creare occupazione. L’assessore al Futuro Giovanni Castagnetti e Nicola Curtarelli di 29cento Factory, partner operativo dell’iniziativa, hanno fatto questa mattina in Municipio il bilancio sul progetto di valorizzazione della musica giovanile “Emilia Romagna Indies”, che vede coinvolti i Comuni di Piacenza, Forlì e Faenza e il M.E.I. (Meeting degli indipendenti).

“Il progetto – ha spiegato l’assessore Castagnetti – è la riconferma dell’impegno dell’ amministrazione comunale nel valorizzare a livello nazionale quanto fatto a livello locale, dando continuità ai percorsi intrapresi. Con le risorse del bando promosso dall’Anci “Giovani Energie in Comune” è stato possibile dar vita al circuito “Emilia Romagna Indies” che si pone come naturale evoluzione e promozione delle esperienze di Giardini Sonori e di Tendenze Festival. Percorsi con una valenza culturale, artistica e aggregativa che sono diventati punti di riferimento importanti per l’universo giovanile piacentino e che negli anni hanno permesso anche di creare posti
di lavoro”.

Il Comune di Piacenza è coinvolto con Tendenze Festival, Faenza con i FaenzaRock e Super Sound Festival, Forlì con Forlì Music First. “Grazie alla sinergia tra queste realtà – ha spiegato Curtarelli – i vincitori dei rispettivi concorsi entrano nel circuito “Emilia Romagna Inidies” con l’opportunità di esibirsi nelle manifestazioni partner ed utilizzare canali promozionali comuni per avere visibilità in tutta Italia”.

Così accadrà per i vincitori della 17° edizione di Tendenze Festival: i Tryptamin si esibiranno al M.E.I. che quest’anno si terrà a Bari, i Kubark al Super Sound Festival di Faenza e i Philip & The Marmalade al Forlì Music First. “Questi appuntamenti sono preziosi anche per il marketing territoriale – ha aggiunto Curtarelli – saremo infatti presenti con stand in cui promuoveremo le band piacentine e la città in
generale”.

Come momento conclusivo e restituivo del progetto “Emilia Romagna Indies”, c’è l’incisione di una compilation contenente i brani di 10 band selezionate dalla direzione artistica dei Festival che partecipano al circuito e che si sta registrando in questi giorni presso i Giardini Sonori: “Non nascondiamo l’orgoglio – ha detto Cristiano Sanzeri, presente alla conferenza in rappresentanza della sala di registrazione della Cavallerizza – per essere stati scelti come luogo per l’ incisione, una scelta che valorizza ulteriormente il nostro territorio e il percorso intrapreso in questi anni”.

“Grazie all’inserimento in questo circuito – ha concluso Castagnetti – realtà come i Giardini Sonori e Tendenze non sono più viste come esperienze isolate. Del resto il valore progettuale e culturale di Tendenze è stato già oggetto di attenzioni da parte dei media nazionali”. E’ quanto accaduto ai Philip & The Marmalade, la loro performance a Tendenze è stata notata da Luca Frazzi voce autorevole della
rivista “Rumore”, punto di riferimento per la musica alternativa italiana, che ha dedicato loro un articolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.