Quantcast

Mercato Europeo, gli Amici del Facsal: “Basta tolleranza”

Dopo l’intervento di ieri di Mauro Saccardi della Circoscrizione 1, è Annamaria Rossetti degli Amici del Facsal a difendere la mozione del quartiere che chiede il divieto di manifestazioni commerciali sul Pubblico passeggio. 

Più informazioni su

Dopo l’intervento di ieri di Mauro Saccardi della Circoscrizione 1, è Annamaria Rossetti degli Amici del Facsal a difendere la mozione del quartiere che chiede il divieto di manifestazioni commerciali sul Pubblico passeggio.

Della serie: “Le regole le facciamo noi”.

Non si spiega altrimenti la convinzione, da parte del Sig.Grassi Presidente della FIVA, di “avere rispettato tutte le regole”. Del resto da ben 7 anni, nella quattro giorni del Mercato Europeo, tutto è stato consentito agli ambulanti protetti dalla FIVA-CONFCOMMERCIO (che evidentemente fa molta paura ai nostri politici) che anche quest’anno hanno sversato olio di frittura sulle mura farnesiane e dappertutto: infatti, se avessero collezionato decine di multe per i numerosi episodi di scempio ai danni del patrimonio e dell’ambiente, è molto probabile che non troverebbero più Piacenza così OSPITALE, tanto per usare un eufemismo. Per 5 anni hanno ritenuto “regolare” parcheggiare camion e furgoni sulle aiuole appena rifatte ed ora sono distrutte (alleghiamo foto esplicativa). Due anni fa, dopo le nostre denunce, hanno capito finalmente che è PROIBITO. Adesso comincino a pagare i danni che hanno arrecato al viale, poi potranno pretendere rispetto e considerazione da parte dei cittadini che SOLO 10 ANNI FA ne hanno pagato il rifacimento per circa un milione di euro.

Possono utilizzare, per questo, parte dei 18.000,00 € (diciottomila) che con grande “generosità” la nostra Camera di Commercio ha loro concesso in cambio della presenza di quattro banchi di prodotti piacentini (4.500,00 € a banco! Non male, e non avranno neanche fatto troppa fatica a vederseli accordare visto che Parietti da membro della Giunta camerale concede a Parietti, Presidente dell’Unione Commercianti, il contributo – ndr: per comodità alleghiamo il verbale della Giunta Camerale del 29 Luglio scorso). Ecco i nostri imprenditori! Ecco la nostra classe dirigente! Ecco come si spendono i soldi pubblici! Ecco come si aiuta la nostra economia! Ecco perché Piacenza è sempre di più una città in agonia!

Ora aspettiamo fiduciosi l’esito delle indagini in corso, poi valuteremo come tutelare il Facsal. Minimizzare ciò che è accaduto in questi anni è da irresponsabili e se l’Assessore al Commercio, evidentemente dopo aver cambiato idea, dato che in occasione dell’inaugurazione di quest’anno aveva annunciato lo spostamento (come testimoniato dalle registrazioni televisive), invita ad essere tolleranti laddove tollerare significa “sopportare, rinunciando ad opporsi a comportamenti irregolari”, ebbene, allora noi siamo intolleranti. E se dopo le numerose e documentate denunce c’è ancora chi vuole sminuire la nostra battaglia insinuando che siamo spinti solo dall’interesse personale, è perché nella loro vita, quando hanno fatto qualcosa, lo hanno sempre fatto solo per sè stessi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.