Quantcast

Morti sul lavoro, da sabato 980 appendini in piazza Cavalli foto

Come ogni anno l’Amnil intende commemorare le vittime italiane sul lavoro attraverso una giornata interamente dedicata al problema della sicurezza sul luogo di lavoro. Oltre alla cerimonia nazionale a Piacenza verrà fatta un’installazione in piazza Cavalli per ricordare a tutta la cittadinanza il dramma degli infortuni sul lavoro.

Più informazioni su

Come ogni anno l’Amnil (Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) intende commemorare le vittime italiane sul lavoro attraverso una giornata interamente dedicata al problema della sicurezza sul luogo di lavoro. Oltre a questa cerimonia a Piacenza verrà fatta un’installazione in piazza Cavalli per ricordare a tutta la cittadinanza il dramma degli infortuni sul lavoro.

“L’idea di quest’anno è quella di installare una lunga corda tra palazzo Gotico e palazzo del Governatore con appesi 980 appendini, tanti quanti i morti in Italia in tutto il 2010 – ha sottolineato il presidente provinciale dell’Amnil Bruno Galvani – Al centro della corda verrà poi inserita una tuta da lavoro appesa idealmente per gli attributi che simboleggerà il lavoratore preso per in giro dalla politica italiana” L’iniziativa di quest’anno è stata ideata dalla Galleria d’arte “Il Lepre” e sarà inaugurata sabato 8 ottobre alla 10.30.

Nella nostra provincia sono stati 5.866 gli infortuni sul lavoro nel 2010; di questi 6 sono stati mortali. Numeri alti ma che testimoniano un leggero calo rispetto al 2009 (meno 3,4%) quando gli infortuni erano stati più di 6mila e i morti sul lavoro erano stati 8. Alle famiglie delle vittime domenica 9 ottobre, in concomitanza con la giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, verranno consegnate i Brevetti d’Onore Inail durante un cerimonia civile presso l’auditorium Sant’Ilario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.