Quantcast

Nascono le edizioni Sur, presentazione alla Fahrenheit

SUR è una casa editrice indipendente dedicata alla letteratura latinoamericana di qualità che si pone di pubblicare autori di oggi e classici contemporanei da riscoprire. Partendo con la pubblicazione di non più di otto titoli annui e nascendo senza alcun capitale, Sur non ambisce a crescere in dimensioni. Nella ricerca di un nuovo modello distributivo ha scelto di prediligere un rapporto diretto con i librai indipendenti, e quindi una comunicazione più diretta con i lettori.

Più informazioni su

Piacenza – 22 ottobre 2011 dalle ore 17.30 alla Libreria Fahrenheit 451
Giornata di presentazione per la nascita delle edizioni SUR

SUR è una casa editrice indipendente dedicata alla letteratura latinoamericana di qualità che si pone di pubblicare autori di oggi e classici contemporanei da riscoprire. Partendo con la pubblicazione di non più di otto titoli annui e nascendo senza alcun capitale, Sur non ambisce a crescere in dimensioni. Nella ricerca di un nuovo modello distributivo ha scelto di prediligere un rapporto diretto con i librai indipendenti, e quindi una comunicazione più diretta con i lettori.

La Libreria Fahrenheit 451 partecipa all’iniziativa “Da sabato a sabato”
Da sabato 22 a sabato 29 ottobre una settimana di eventi nelle librerie di tutta Italia per festeggiare la nascita delle edizioni SUR e il centenario di Ernesto Sabato.

Sabato 22 ottobre presso la Libreria Fahrenheit 451, via Legnano 16, Piacenza, dalle ore 17.30
Erba Mate e  Aperitivo a tema sudamericano, letture e giochi dedicati ai primi tre titoli in uscita:
Prima della fine di Ernesto Sabato
I Fantasmi di Cèsar Aira
Scene da una battaglia sotterranea di Rodolfo Fogwill

Prima della fine di Ernesto Sabato
E’ l’autobiogra?a di Ernesto Sabato – che è stato, senza alcun dubbio, il più in?uente e importante scrittore e intellettuale argentino contemporaneo. Prima della ?ne è un percorso umano e letterario lungo cento anni, raccontato in maniera semplice e appassionata, e che intreccia costantemente la ri?essione ?loso?ca alla narrazione della propria vicenda umana: una storia personale segnata dalla morte del fratello maggiore, avvenuta prima della sua nascita (di lui Sabato prenderà il nome), poi, in anni recenti, dal dolore della morte del ?glio Federico. Il racconto della formazione scienti?ca e delle esperienze indelebili presso il Laboratorio Curie al MIT; della sofferta e criticata decisione di lasciare la ?sica per dedicarsi alla letteratura; della passione politica, degli incontri e le amicizie con Borges, Camus e Che Guevara. Un libro commovente ma di elegante sobrietà e piacevolissima lettura, che ci permette di rivivere un intero secolo di emozioni, di storie e di Storia.

I Fantasmi di Cèsar Aira
È la mattina dell’ultimo dell’anno, a Buenos Aires il caldo è soffocante, una squadra di operai è al lavoro in un edi?cio in costruzione e i futuri inquilini visitano i lussuosi appartamenti. Intorno a loro ?uttuano nell’aria alcuni fantasmi, uomini nudi cosparsi di calce che ridono a crepapelle dei discorsi dei proprietari del palazzo, ma solo i bambini e alcuni muratori cileni riescono a vederli, e non sembrano preoccuparsi troppo della loro presenza. Non si tratta di spettri minacciosi né dei classici abitanti di una casa stregata: sono piuttosto dei voyeur che si aggirarano negli spazi non ancora ultimati. Intanto fervono i preparativi per la festa imminente. Patricia, la ?glia della coppia di guardiani, un’adolescente alle prese con le prime inquietudini sessuali, è affascinata e turbata dai fantasmi, che associa ai discorsi della madre sui «veri uomini». Ed è proprio a Patricia che i fantasmi si rivolgono (è la prima volta che qualcuno li sente parlare) per invitarla al loro veglione di mezzanotte. Lei non esita ad accettare, ma per poter partecipare alla festa dovrà prima morire… Nei Fantasmi César Aira coniuga sapientemente una narrazione quasi iperrealistica e suggestioni da romanzo gotico, sprazzi di humour e atmosfere cariche di suspence che rendono questo romanzo divertentissimo e indimenticabile.

Scene da una battaglia sotterranea di Rodolfo Fogwill
Scritto durante il con?itto delle Malvine, pubblicato per la prima volta nel 1983 Scene da una battaglia sotterranea è un testo fuori del comune ?rmato da un autore visionario, eccentrico, capace di disintegrare qualsiasi stereotipo o di servirsene per creare qualcosa di assolutamente nuovo. Un feroce romanzo bellico in cui la guerra delle Malvine si trasforma in una terribile battaglia per la sopravvivenza, condotta da soldati sprovvisti di tutto, “morti futuri” privi di ogni speranza. Nascosti in rifugi sotterranei, gli “armadilli” negoziano con il nemico per procurarsi cibo, pile per le torce elettriche, sigarette. Non hanno la minima intenzione di combattere, vogliono solo salvare la propria pelle e quella dei compagni perché, giunti alle Malvine come soldati di un esercito nazionale, sono rapidamente diventati membri di una tribù senza passato né speranza di futuro e non hanno altra patria se non le gallerie in cui si sono rifugiati. Una narrazione la cui materialità, senza voler insegnare nulla, mette in evidenza i paradossi e l’assurdità della guerra, la cui essenza è il tradimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.