Quantcast

Niente sfiducia a Maloberti, Idv: "Da Trespidi solo chiacchiere"

Giampaolo Maloberti resta presidente della commissione provinciale politiche economiche. Nel pomeriggio è stata bocciata la mozione di sfiducia presentata dalla minoranza nei confronti del consigliere leghista condannato in primo grado nella vicenda delle quote latte.

Giampaolo Maloberti resta presidente della commissione provinciale politiche economiche. Nel pomeriggio è stata bocciata la mozione di sfiducia presentata dalla minoranza nei confronti del consigliere provinciale della Lega Nord condannato in primo grado ad un anno e 300 euro di risarcimento dal Tribunale di Milano nella vicenda giudiziaria delle quote latte.

 “E’ una giornata triste per la nostra provincia. – ha detto Samuele Raggi (Idv) – Trespidi si genuflette al cospetto di Maloberti. La Lega e Pdl non riescono nemmeno a Piacenza a stare dalla parte degli onesti e hanno salvato Maloberti con il loro voto come hanno salvato a Roma altre persone non all’altezza di sedere nelle istituzioni"

"Chiunque – prosegue – si può rendere conto che è un fatto paradossale che un condannato per truffa ai danni dello Stato presieda la commissione che deve decidere sulla politica economica dell’intera provincia di Piacenza. Trespidi aveva suggerito a Maloberti un passo indietro, evidentemente le sue erano solo chiacchiere. Il voto di oggi è la prova provata che le minacce della Lega al Pdl hanno avuto effetto, quando si tratta di salvare le poltrone si mettono sempre d’accordo".

"Per quanto ci riguarda – prosegue – noi continueremo la nostra battaglia per impedire che condannati come Maloberti possano continuare a fare parte delle istituzioni”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.