Quantcast

Nitrati, arriva la deroga “Salva stalle”

Grazie a Coldiretti via libera alla deroga per l’Italia sui limiti previsti dalla direttiva nitrati, che apre di fatto la strada ad una revisione delle zone vulnerabili necessaria per salvare le stalle tricolori.
 

Più informazioni su

NORMATIVA NITRATI, ARRIVA LA DEROGA “SALVA STALLE”
 
Grazie a Coldiretti via libera alla deroga per l’Italia sui limiti previsti dalla direttiva nitrati, che apre di fatto la strada ad una revisione delle zone vulnerabili necessaria per salvare le stalle tricolori.
 
A darne notizia è la Coldiretti dopo il sì da parte del Comitato nitrati della Commissione europea alla richiesta presentata dall’Italia e volta a consentire, a determinate condizioni, il superamento del limite massimo di 170 chili di azoto per ettaro di origine organica, fino ad un limite di 250 chili.
 
“Siamo molto soddisfatti per questa deroga, commenta il presidente di Coldiretti Piacenza Luigi Bisi, anche perché la nostra Organizzazione, da diverso tempo, sta portando avanti un percorso che “salvi” le stalle italiane da questi ingiusti vincoli”.
“Ora però, prosegue il Presidente vogliamo capire da dover arriva l’impatto dell’azoto sui terreni. Non è un problema legato alle nostre stalle, ma è indispensabile fare un’analisi completa anche rispetto agli insediamenti civili ed industriali”.
 
“E’ una prima vittoria importante, conclude Bisi, ma dobbiamo riscrivere la normativa affinchè venga presa in considerazione la situazione nel complesso. Le imprese agricole sono le prime protagoniste nel percorso di tutela ambientale. Senza agricoltura non ci sarebbe territorio; perciò vogliamo che la regolamentazione sia chiara e attribuisca le giuste responsabilità”.
 
Per questo in collaborazione con Ministero delle Politiche Agricole e Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca dell’ambiente), sono stati avviati studi per una nuova delimitazione delle aree vulnerabili e per una suddivisione dei vincoli sui nitrati anche con le industrie e gli scarichi delle zone residenziali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.