Quantcast

Ongina volley cerca il riscatto contro il Carpi

Dopo il netto 3-0 subito a Iglesias, la Canottieri Ongina prova a rimettersi in moto nel match casalingo di sabato, quando alle 18 al palazzetto di via Edison a Monticelli arriveranno i modenesi del Cec Carpi

Più informazioni su

Volley B1 maschile girone A, Canottieri Ongina a caccia di riscatto contro Carpi
Sabato alle 18 al palazzetto di via Edison a Monticelli i ragazzi di Bruni proveranno a risollevarsi dopo il netto ko di Iglesias.
 
Si riparte. Dopo il netto 3-0 subito a Iglesias, la Canottieri Ongina prova a rimettersi in moto nel match casalingo di sabato, quando alle 18 al palazzetto di via Edison a Monticelli arriveranno i modenesi del Cec Carpi. Per la squadra di Gabriele Bruni, un esame tosto, anche se c’è la convinzione di provarci fino in fondo, facendo leva sul tifo giallonero, che due settimane fa spinse Boniotti e compagni all’impresa contro Asti, che oltre ai tre punti ha allungato anche l’imbattibilità casalinga in campionato della squadra giallonera, lo scorso anno mai caduta in B2 a Monticelli.
QUI CANOTTIERI ONGINA – A presentare il match odierno è l’allenatore della Canottieri Ongina Gabriele Bruni. “C’è una gran voglia di riscatto, anche se non dobbiamo eccedere nella determinazione e dobbiamo rimanere concentrati. Vogliamo dimostrare che Iglesias, dove non abbiamo mai lottato, è stata soltanto una parentesi”. Quindi getta uno sguardo dall’altra parte della rete. “Carpi è una società con grande tradizione e anche quest’anno ha allestito una squadra forte, con un bel mix tra esperienza e gioventù. Penso che la Cec si sia rinforzata anche se l’anno scorso c’era un fuoriclasse come Cardona. Di certo, Carpi gioca bene e con talento”. A Iglesias, il tecnico giallonero aveva sperimentato in partenza una diagonale di posto quattro a trazione anteriore con Cordani e Lucotti. Ci potrebbe essere il bis? “Non voglio accantonarla – spiega Bruni – ma sto trovando qualche accorgimento per renderla più efficace. Non escludo che ci siano cambiamenti per dar più equilibrio alla squadra, anche se voglio chiarire che non è una bocciatura per nessuno”. Buone notizie arrivano dall’infermeria giallonera:il capitano Filippo Tencati è vicino al pieno recupero e quindi inizia a essere pronto anche in attacco. Inoltre, il centrale Alberto Merli sarà al cento per cento tra un paio di settimane.
GLI AVVERSARI –  La Cec Carpi è una formazione che abbina esperienza e gioventù. In palleggio troviamo il promettente Matteo Pedron, reduce dall’esperienza con il Club Italia, mentre l’opposto è il confermato Massimo De Marco. Talento ed esperienza sono le caratteristiche della diagonale di posto quattro formata da Kristian Lirutti (che ha calcato anche i campi di A1 con Schio, Parma e Ravenna) e da Alessio Busato (una stagione in A1 a Brescia, tanti anni in A2 e anche una parentesi al Copra nella stagione 2000-2001). Al centro, trovano spazio il talentuoso centrale scuola Lube Gianluca Piccinini e Marco Spiga, l’anno scorso in A2 a Mantova, mentre il libero è il confermato Manuel Trentin, conosciuto anche per far coppia nel beach volley con il libero padovano Andrea Garghella. Finora, Carpi ha sempre vinto: 3-2 sul campo di Mantova e 3-0 in casa contro Sant’Antioco
I PRECEDENTI E GLI EX – Le strade della Canottieri Ongina e del Carpi si incrociano per la prima volta. Nelle fila della Cec c’è un ex: è il centrale Luca Zaghi, classe 1975 che diversi anni fa ha militato a Monticelli, compagno di squadra dell’attuale tecnico della Canottieri Ongina Gabriele Bruni.
PROBABILI SESTETTI – Canottieri Ongina: Nibbio (P)-Boniotti (O), Codeluppi-Cordani (S), Mecci-Bozzoni (C), Verri (L).
Carpi: Pedron (P)-De Marco (O), Lirutti-Busato (S), Piccinini-Spiga (C), Trentin (L).
SPONSOR DELLA GIORNATA – Con la partita casalinga, ritorna l’iniziativa che vede protagonista uno sponsor della Canottieri Ongina Volley. In quest’occasione, il brand sarà Bosoni sport, quest’anno fornitore tecnico ufficiale della società giallonera. Per conoscerlo meglio, sul sito www.volleycov.com alla sezione news è possibile leggere l’intervista ad Antonio Bosoni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.