Perego (Amazon): “Castelsangiovanni nostra prima scelta”

“Castel San Giovanni è stata la nostra prima scelta”. A dirlo è Stefano Perego, general manager Amazon logistica Italia, che noi di PiacenzaSera.it abbiamo incontrato al termine della cerimonia di inaugurazione della nuova sede di Amazon Italia.

Più informazioni su

“Castel San Giovanni è stata la nostra prima scelta”. A dirlo è Stefano Perego, general manager Amazon logistica Italia, che noi di PiacenzaSera.it abbiamo incontrato al termine della cerimonia di inaugurazione della nuova sede di Amazon Italia.

Perego ha parlato del rapporto stretto che c’è tra la nuova sede e Castel San Giovanni: “La scelta è legata alla natura logistica della zona. Da questo punto di vista l’intera area è eccezionale e Castel San Giovanni rispetto a Piacenza è meno affollata. Ma non solo, a Castello c’è un pool di risorse necessarie alla nostra crescita: umane, logistiche e strutturali. Dal primo momento c’è stata la volontà delle istituzione locali a collaborare e a condividere con noi il progetto. Inoltre, grazie all’area ceduta dal Comune al proprietario del nostro magazzino, c’è la concreta possibilità di crescere ancora rimanendo a Castel San Giovanni”.

La nuova sede può già contare su oltre 150 dipendenti, ma punta ad arrivare a 400 entro pochi mesi. La volontà di crescita può tradursi in un aumento di lavoratori provenienti dal territorio piacentino?

“Certo, buona parte dei dipendenti di questa sede vengono già da Castel San Giovanni, Piacenza e Pavia. Le competenze professionali richieste variano dal lavoro in magazzino a quello manageriale.Vogliamo inoltre instaurare un rapporto di collaborazione con le università del territorio, dal Politecnico, a cui sono particolarmente legato visti i miei studi nella sede milanese, alle facoltà di economia di Piacenza, fino a coinvolgere tutti gli atenei del triangolo composto da Piacenza, Milano e Torino”.

A colpire subito all’interno nella nuova sede è la giovane età dei dipendenti, la maggior parte under 30, e la significativa presenza femminile. Una scelta o una casualità?

“Circa il 50% degli addetti è composto da donne. Siccome nell’attività in magazzino c’è bisogno di molta precisione, le donne sono più brave degli uomini. Per quanto riguarda la giovane età dei dipendenti credo sia giusto per un’azienda come la nostra che lavora online assumere persone che sono cresciute utilizzando le nuove tecnologie”.

Come mai la scelta di non appoggiarsi, come invece fanno molte aziende del settore della logistica, a delle cooperative per l’assunzione del personale addetto al facchinaggio?

“Tutti i dipendenti, da quelli stagionali a quelli a tempo determinato, vengono assunti direttamente da Amazon perché chiunque lavori con noi deve aderire pienamente al progetto, sentirsi parte integrante dell’azienda. Amazon ha due ossessioni: la prima è il cliente, la seconda la qualità di chi fa parte della squadra”.

Infine un commento sulla rivoluzione che Amazon ha contribuito a diffondersi in tutto il mondo, l’e-book. Arriverà il giorno in cui soppianteranno definitivamente il libro cartaceo?

“Definitivamente mi sembra una parola forte. L’e-book aiuta sicuramente a leggere di più perché con pochi soldi si possono avere centinaia di libri in tutte le lingue del mondo. Non credo che sostituirà il libro di carta, anche se in alcuni paesi come Gran Bretagna e Stati Uniti le vendite di e-book hanno già superato quelle dei libri di carta”.

Negli uffici di Amazon, in questi giorni, piovono curriculum. Nel mirino del personale, soprattutto i giovani.

Tutti gli interessati possono accedere alla pagina www.amazon.it/lavoro per ricevere ulteriori informazioni e inviare la propria candidatura oppure possono scrivere a recruitment-italy@amazon.it per eventuali altre domande. Le posizioni aperte con orario a tempo pieno riguardano impieghi per addetti al ricevimento, confezionamento e smistamento della merce. I ruoli di management includono posizioni in operations, sicurezza, risorse umane e supporto tecnico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.