Quantcast

Piacenza prima in Regione per gli infarti, terza per i tumori. Pochi suicidi, molti incidenti

COME SI MUORE A PIACENZA Triste primato per la nostra provincia: al primo posto per infarti al miocardio. Terza posizione per i tumori. Pochi i suicidi, alto il tasso di decessi legati a incidenti stradali

Più informazioni su

L’Atlante della mortalità in Emilia Romagna è un vero catalogo di come gli abitanti della nostra Regione abbandonino il nostro mondo. Di questi tempi, con la Commemorazione dei defunti che incombe e il clima che certo non aiuta, non è una lettura che consigliamo a chi soffre di depressione. Per tutti gli altri, può essere interessante sapere che vengono catalogate con puntigliosa attenzione tutte le cause di decesso.
Una premessa doverosa: i dati ovviamente non sono raccolti per puro fine statistico, ma sono una base interessante per ragionare sulla diffusione di certe cause e sulla possibilità di prevenirle.

Come si muore a Piacenza. Forse per la cucina non proprio leggera, forse per il crescente stress, più lombardo che emiliano, Piacenza è seconda in Regione per numero di decessi legati al sistema cardiocircolatorio, con un tasso standardizzato (morti su 100mila abitanti) di 422, trenta punti in più della media in Regione.
Un primo posto, nonostante le tante campagne meritevoli come quella di Progetto vita, lo guadagna invece per decessi legati a infarto, con un tasso di 72, contro una media di 59.
I tumori ci vedono invece al terzo posto in Regione.
Basso il tasso di autolesioni intenzionali (una curiosità: gli uomini preferiscono impiccarsi, le donne saltare nel vuoto), e alto quello legato agli “accidenti da trasporto”, terzi in Regione.

Come si muore in Emilia Romagna. In Emilia-Romagna la prima causa di morte è rappresentata dalle malattie al sistema cardiocircolatorio, i tumori rappresentano la seconda causa di morte con 14.473 decessi (30,4%) nella popolazione totale e 6.458 (26%) in quella femminile. Sono invece la prima causa di morte nella popolazione maschile, con 8.015 decessi (35,4%). Il tumore maligno di trachea, bronchi e polmone è la prima causa di morte nella popolazione maschile sia considerando tutte le patologie sia considerando le sole tumorali; nella popolazione femminile, la prima causa di morte per tumore è rappresentata dal tumore maligno della mammella.
Al terzo posto ci sono i disturbi circolatori all’encefalo (ictus, ischemie), malattie respiratorie al quarto, ischemie al cuore al quinto e infarti al sesto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.