Quantcast

Progetto Tagesmutter, già 80 le aspiranti “madri di giorno”

Sono nove le organizzazioni che hanno creduto nel progetto Tagesmutter, la nuova forma di servizio educativo per l’infanzia 0-14 svolto presso il proprio domicilio, che la Provincia promuove in partnership con l’Associazione leader in Italia “Domus”. Nel complesso le aspiranti “Tages” che ad oggi hanno segnalato il proprio interesse all’Amministrazione Provinciale sono oltre 80.

Più informazioni su

TAGESMUTTER, PARTITO IL CORSO PER LE ORGANIZZAZIONI. LA PROPOSTA DELLA PROVINCIA PIACE A 9 REALTA’ LOCALI. GIA’ 80 LE ASPIRANTI “MADRI DI GIORNO”
GLI INCONTRI IN PROVINCIA FINO AL 2 NOVEMBRE (10 APPUNTAMENTI PER 55 ORE). IL PRESIDENTE TRESPIDI: “RISPOSTA AI BISOGNI DELLE FAMIGLIE E ALLE RICHIESTE DI POSTI DI LAVORO. PRESIDIEREMO LA QUALITÀ DEL SERVIZIO”.
 
Sono nove le organizzazioni che hanno creduto nel progetto Tagesmutter, la nuova forma di servizio educativo per l’infanzia 0-14 svolto presso il proprio domicilio, che la Provincia promuove in partnership con l’Associazione leader in Italia “Domus”. Nel complesso le aspiranti “Tages” che ad oggi hanno segnalato il proprio interesse all’Amministrazione Provinciale sono oltre 80.
 
“Dopo sette mesi di lavoro per offrire risposte ai bisogni del territorio – spiega il presidente della Provincia Massimo Trespidi – a partire dal ruolo sussidiario che intendiamo svolgere non sostituendoci all’iniziativa delle persone e delle realtà locali, è arrivato il primo frutto. Sono 9 infatti le organizzazioni che hanno deciso di iniziare il percorso formativo per avviare il nuovo servizio. A seguire partirà il percorso rivolto alle Tagesmutter. La Provincia, come ha fatto sino ad ora, presidierà anche questa fase, promuovendo un’accurata azione di selezione delle figure professionali più idonee a garantire la qualità del servizio”. 
“Questa Amministrazione Provinciale – spiega ancora  Trespidi – sta promuovendo e avviando, all’interno del progetto ‘Agenzia per la famiglia’ il servizio Tagesmutter, come risposta flessibile e di qualità al crescente bisogno di conciliazione dei tempi famiglia – lavoro che nasce ed è fortemente segnalato dalle stesse famiglie. Le Tages rappresentano anche una concreta offerta di lavoro, in un periodo in cui la richiesta è più che mai stringente”. 
 
Il 16 settembre, per le prime nove organizzazioni, è partito il corso di formazione per gli enti-gestori. Il percorso formativo si chiuderà i primi giorni di novembre, dopo 55 ore e 10 sedute complessive, ospitate dalla Provincia nella propria sede istituzionale. 
Ad aver aderito al progetto, le piacentine “Coop sociale l’Arco”, l’Acsi, Casa Morgana, il Centro educativo Oasi, Babyclub coop, la bobbiese Cooltour, l’associazione “Barbafamiglie” di Monticelli, la “Lumen” di San Pietro in Cerro e l’Associazione “Agave” di Castelsangiovanni.
A presidiare la partita sotto il profilo politico-istituzionale è il presidente Trespidi, tutti gli aspetti organizzativi fanno invece capo alla Direzione Generale. 
 
Il calendario  dei dieci incontri per le nove organizzazioni: 
Venerdì 16 settembre. Caterina Masè, Presidente di DoMuS, è intervenuta su “Definizione del modello organizzativo del servizio” e “La rete operativa: la gestione della comunicazione e della circolarità delle informazioni”. 
Mercoledì 21 settembre.“L’organizzazione del servizio e le funzioni di coordinamento” e “Gli elementi pedagogici caratterizzanti il servizio”. Relatore: Luca Moser, collaboratore del Centro Servizi Opere Educative della Fondazione Monsiglior Lorenzo Dalponte di Trento. 
Mercoledì 28 settembre. Andrea Silli, collaboratore del Centro Servizi Opere Educative della Fondazione Monsiglior Lorenzo Dalponte di Trento, parlerà de “La gestione dei contratti con le Tagesmutter e il foglio presenza” e de “La gestione dei contratti con le famiglie”. 
Mercoledì 5 ottobre. Nuovo appuntamento con Luca Moser,  “Le figure a supporto delle Tagesmutter”. 
Giovedì 6 ottobre focus di Maria Lina Daprà, collaboratrice del Centro Servizi Opere Educative della Fondazione Monsiglior Lorenzo Dalponte di Trento, su “La sostenibilità economica e il controllo di gestione”. 
Mercoledì 12 ottobre atteso di nuovo Silli. Suoi gli interventi sui temi: “La gestione della privacy degli utenti e delle Tagesmutter” e “Il mantenimento dei requisiti e la verifica in itinere”. 
Martedì 18 ottobre, nel pomeriggio, Daprà parlerà di “Contabilità fiscale rendicontazione e tenuta dei libri obbligatori”. 
Mercoledì 19 ottobre, sempre nel pomeriggio, seduta dedicata ai “Rapporti con le istituzioni, convenzioni e finanziamenti”, a cura di Silli. 
Mercoledì 26 ottobre giornata piena, incentrata sui temi: “La sicurezza in ambito domestico”, e “La verifica dell’idoneità dell’ambiente”. Relatore Mario Russo, collaboratore del Centro Servizi Opere Educative della Fondazione Monsiglior Lorenzo Dalponte di Trento.
Mercoledì 2 novembre conclusioni con Paolo Stefanini, direttore di DoMuS.  I temi: “La rete di DoMuS, le possibili sinergie e le norme regolamentari”. Pomeriggio dedicato alla discussione e agli approfondimenti sui temi del corso.  
 
L’Associazione nazionale DoMuS di Trento, forte di una esperienza decennale partita proprio da Trento, sostiene e diffonde la valenza educativa della Tagesmutter. DoMuS promuove su tutto il territorio nazionale una rete tra cooperative e associazioni di “Tagesmutter/Madri di giorno” che realizzano e che intendono attivare forme innovative di servizi alla persona, attenti alle esigenze educative degli utenti (0/14) e delle loro famiglie. Per le azioni e le iniziative che l’Associazione intraprende, si avvale delle risorse e delle competenze anche del “Centro Servizi Opere Educative” della Fondazione Mons. Lorenzo Dalponte di Trento.
 
La Fondazione Mons. Lorenzo Dalponte di Trento nasce nel 2003 per dare continuità alla formazione e a iniziative di sostegno ai processi educativi. In particolare il “Centro Servizi Opere Educative” svolge un lavoro di accompagnamento e partnership di Organizzazioni che operano con finalità educative.
 
                                                            

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.