Quantcast

Reggi: "Condono immorale, sarebbe istigazione a delinquere"

Così il primo cittadino sull'ipotesi di un nuovo condono: "Comportamento immorale e schizofrenico". Reggi è intervenuto al convegno nazionale sulla Protezione Civile: "Servono più risorse per prevenire le emergenze".

Più informazioni su

”Se si facesse un nuovo condono sarebbe una vera e propria istigazione a delinquere, un ulteriore attacco alle istituzioni”.
Il sindaco di Piacenza e vicepresidente dell’Anci, Roberto Reggi (Pd), e’ assolutamente contrario all’ipotesi di un nuovo condono. Commentando le dichiarazioni che da ieri si alternano sulla questione, Reggi ha parlato di comportamento ”immorale e schizofrenico”

"Più risorse per prevenire le emergenze"

Reggi è intervenuto a Brindisi al convegno nazionale sulla Protezione civile: ”La carenza di risorse sta mettendo in crisi il sistema di Protezione civile, il Governo gia’ da qualche anno non ha piu’ contribuito a finanziare il fondo destinato alle Regioni. Chiediamo quindi una maggiore attenzione da parte del governo per le fasi di prevenzione, previsione e preparazione all’emergenza, fasi che non possiamo pensare che siano lasciate sole per troppo tempo senza le adeguate risorse”. Reggi ha parlato dei Gruppi comunali come di una esperienza originale del volontariato nell’ambito del sistema nazionale di protezione civile. ”Bisogna puntare sulla formazione e addestramento dei Gruppi che fuori dall’emergenza possono svolgere attivita’ di prevenzione e monitoraggio del territorio mentre nella fese di emergenza svolgono un ruolo fondamentale per la partecipazione dei cittadini nelle fasi di difesa del territorio”. Ma Reggi ha aggiunto che bisognerebbe potenziare i Gruppi comunali e intercomunali di Protezione civile, ”un obiettivo che dovrebbe diventare un impegno a livello nazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.