Quantcast

Saccardi (Pdl): “Mercato europeo via dal Facsal”

Dopo la mozione approvata dalla Circoscrizione 1 in cui si chiede lo spostamento delle manifestazioni commerciali sul Pubblico passeggio, a cui è arrivata una generale contrarietà sia dalla cittadinanza che dai commercianti, è iniziato un dibattito. Ieri è intervenuto il presidente della Fiva Angelo Grassi, a cui ha risposto oggi Mauro Saccardi, consigliere Pdl della Circoscrizione 1. 

Più informazioni su

Dopo la mozione approvata dalla Circoscrizione 1 in cui si chiede lo spostamento delle manifestazioni commerciali sul Pubblico passeggio, a cui è arrivata una generale contrarietà sia dalla cittadinanza che dai commercianti, è iniziato un dibattito. Ieri è intervenuto il presidente della Fiva Angelo Grassi, a cui ha risposto oggi Mauro Saccardi, consigliere Pdl della Circoscrizione 1.

“Non vorrei polemizzare con il Presidente della Fiva che giustamente cura gli interessi della Sua categoria, dimenticando che a volte il bene comune confligge con il bene privato e particolare.  Detto ciò, vorrei sottolineare il fatto che si accusa la Circoscrizione 1 di aver preso una legittima determinazione (ovviamente criticabile e perfettibile) in modo strumentale; non mi risulta che una decisione presa all’unanimità dall’intero arco costituzionale presente in quartiere, possa essere tacciata di strumentalizzazione; ciò giustifica invece la reale necessità di cambiamento. Per chiarire ulteriormente la questione, ribadisco che nessuno vuole eliminare le manifestazioni calendarizzate sul Pubblico Passeggio, ma dislocarle in luogo più consono. Non riesco però a capire la presa di posizione dell’Amministrazione, che per bocca dell’”Assessora” al Commercio , rilancia la volontà di non cambiare nulla, senza ascoltare le ragioni dei cittadini rappresentati da un organismo democraticamente eletto e attento alle dinamiche socio – culturali del centro storico.

Certo siamo già abituati alla partecipazione “modello Reggi “ e alla grande sensibilità dimostrata dall’ “Assessora” nel risolvere i problemi commerciali delle aree ormai depresse volute dalla sua Amministrazione (e mi riferisco alla zona di via Scalabrini e Montale).

Per quanto riguarda l’indotto, faccio presente che gli alberghi sarebbero ugualmente frequentati da quegli ambulanti che non dormono sul proprio furgone, indipendentemente che le manifestazioni si svolgano a sud o nord della città .

Per i parcheggi, non mi risulta che durante l’anno quelli di via IV novembre siano vuoti, pertanto nei giorni di manifestazione risultano quantomeno sovraffollati.

A nord tutto il vallo delle mura potrebbe essere adibito a parcheggio e non solo durante la festa del locale PD…….

Vorrei inoltre capire perché si voglia ostinatamente utilizzare un area pubblica chiamata Pubblico Passeggio e non Pubblico Commercio con la banale (e si questa volta strumentale) motivazione di incentivare il centro storico…..
Il centro storico non ha bisogno di queste iniziative che cannibalizzano risorse che vuotano la parte storica per tutto il periodo delle manifestazioni e non incrementano l’economia cittadina.

Non riesco a capacitarmi come un’ Amministrazione possa in una sola mossa scontentare i cittadini che frequentano il viale e gli stessi cittadini lavoratori che ogni giorno aprono la serranda e fanno vivere la città .

Forse….. anzi sicuramente è il frutto della partecipazione “modello Reggi”.

Mauro Saccardi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.