Spesa con soldi falsi, presi in Valtrebbia i truffatori dei negozi

Specializzati nella spesa con soldi falsi, avevano già colpito nella provincia di Pavia: grazie alla segnalazione di una negoziante di Bobbio (Piacenza), i carabinieri hanno arrestato i due malviventi

Più informazioni su

Truffatori specializzati nella spesa con soldi falsi, avevano già colpito nella provincia di Pavia: grazie alla pronta segnalazione di una negoziante di Bobbio (Piacenza) i carabinieri hanno arrestato i due malviventi. Ecco i fatti. 

Il 17 ottobre scorso un’anziana che gestisce un negozio di alimentari vicino a Bobbio avvisa i carabinieri, raccontando che due persone erano entrate nel negozio e una di loro, dopo aver preso alcuni generi alimentari, aveva cercato di pagare il conto con una banconota da cento euro: la donna si era insospettita, smascherando i truffatori attraverso la verifica effettuata con un rilevatore di banconote false e provocandone così la fuga. 

La coppia si era allontanata a bordo di una Punto di colore grigia, rintracciata dai militari della stazione di Rivergaro sulla statale 45 tra Perino e i Quadrelli. 
Dopo aver cercato di sfuggire al controllo, sono stati bloccati all’altezza di Travo. Addosso avevano cinque banconote da 100 euro false di ottima fattura. Sull’auto trasportavano anche salumi e frutta che hanno ammesso di aver acquistato con il denaro falso in provincia Pavia.

I carabinieri hanno così scoperto un modus operandi abituale: i due, di 18 e 27 anni residenti in provincia di Cuneo e già con precedenti specifici, si recavano in rivendite isolate gestite da negozianti anziani per truffarli. Dopo un primo giro esplorativo per accertarsi dell’assenza di strumenti per la rilevazione di banconote false, facevano acquisti da pochi euro pagandoli con i soldi contraffatti e intascandosi il resto. A tradirli a Bobbio il fatto che l’anziana tenesse il rilevatore sotto il bancone e quindi in posizione non visibile. 
 

Tra Cortemiglia e Alba, nascosta in bottiglia di plastica collocata in una piazzola di sosta che utilizzavano come nascondiglio è stata rinvenuta un’altra banconota da 100 euro.
I due sono stati arrestati con l’accusa di possesso e spedita di banconote false. Con loro avevano anche una cartina stradale con le tappe del loro "tour della truffa": dopo la rivendita a Bobbio avevano in programma di colpire anche a Travo. L’arresto è stato convalidato e i due sono stati rimessi in libertà
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.