Quantcast

Strade killer a Piacenza: in nove mesi 23 morti in incidenti

Secondo i dati del Comitato per la Sicurezza stradale "Paglierini" da gennaio a settembre, sulle strade della provincia di Piacenza sono morte 23 persone, di cui sei donne e 17 uomini. Ad aprire l’anno era stata la "strage di San Polo", in cui persero la vita due ragazze, una di 16 e una di 18 anni e un giovane di 26 anni.

Più informazioni su

Secondo i dati del Comitato per la Sicurezza stradale “Paglierini” da gennaio a settembre, sulle strade della provincia di Piacenza sono morte 23 persone, di cui sei donne e 17 uomini.
I dati, posizionano Piacenza al terzultimo posto in Emilia Romagna, dove Bologna con le sue 37 vittime è in prima posizione nella triste classifica, e Rimini con 16 in ultima.
“I dati – precisano dal Comitato che raccoglie i dati nelle dieci province emiliane e a Rovigo – sono però sottostimati, perché non considerano quanti sono morti una volta ricoverati in ospedale”.
GIOVANI VITTIME. Nel dettaglio l’età media delle vittime piacentine è di poco meno di 44 anni, tra le più giovani di tutta la Regione. Sono quattro le vittime tra i motocilcisti e cinque quelle under 30. Dodici erano i guidatori, otto i trasportati e tre le vittime “collaterali”. Sono tre, infine le vittime delle “stragi del sabato sera” post discoteca: si tratta delle tre vittime della strage di San Polo, che lo scorso gennaio aveva insanguinato le strade piacentine, provocando la morte di due ragazze, una di 16 e una di 18 anni e un ragazzo di 26 anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.