Quantcast

Teatro contemporaneo, arriva  “made in Italy”

E’ lo spettacolo con cui hanno vinto il Premio Scenario e si sono imposti all’attenzione nazionale: “made in italy”. Loro sono i Babilonia Teatri, gruppo che oggi è senza dubbio tra le espressioni più mature della nuova scena italiana, premio speciale Ubu 2009 come esempio dell’attuale cambio generazionale.

Più informazioni su

“L’ALTRA SCENA” – FESTIVAL DI TEATRO CONTEMPORANEO
1° edizione – Piacenza, settembre/ottobre 2011
 
mercoledì 19 ottobre 2011 – Teatro Comunale Filodrammatici – ore 21
Babilonia Teatri
“MADE IN ITALY”
di e con Valeria Raimondi, Enrico Castellani
  
E’ lo spettacolo con cui hanno vinto il Premio Scenario e si sono imposti all’attenzione nazionale: “made in italy”. Loro sono i Babilonia Teatri, gruppo che oggi è senza dubbio tra le espressioni più mature della nuova scena italiana, premio speciale Ubu 2009 come esempio dell’attuale cambio generazionale.
Vanno in scena al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza mercoledì 19 ottobre 2011 alle ore 21 per il 1° Festival di Teatro Contemporaneo “L’altra scena” organizzato da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, con Fondazione Teatri di Piacenza e Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren Emilia. 
Babilonia Teatri, ovvero Valeria Raimondi ed Enrico Castellani, è una compagnia veronese di teatro sperimentale che irride le convenzioni, i luoghi comuni, i cliché della vita moderna e del teatro contemporaneo, mettendo insieme le contraddizioni della realtà in cui è nata. 
“made in italy” non racconta una storia. Affronta in modo ironico, caustico e dissacrante le contraddizioni del nostro tempo. Lo spettacolo procede per accumulo. Fotografa, condensa e fagocita quello che ci circonda: i continui messaggi che ci arrivano, il bisogno di catalogare, sistemare, ordinare tutto.
Procede per accostamenti, intersezioni, spostamenti di senso. Le scene non iniziano e non finiscono. Vengono continuamente
interrotte. Morsicate. Le immagini e le parole nascono e muoiono di continuo. Gli attori non recitano. La musica è sempre presente e detta la logica con cui le cose accadono. Come in un video-clip. “made in italy” è un groviglio di parole.
«Il Nord Est italiano ritratto come fabbrica di pregiudizi, volgarità e ipocrisia – come si legge nella motivazione della giuria del Premio Scenario 2007 – straordinario produttore di luoghi comuni sciorinati come litanie, e di modelli famigliari ispirati al presepe ma pervasi da idoli mediatici, intolleranza, fanatismo. Il “made in Italy” è un prodotto dozzinale e tragicamente umoristico, raccontato in uno spettacolo apprezzabile per compiutezza, in cui la comicità non è ottenuta dal meccanismo televisivo della barzelletta, ma dalla durata dell’elenco e dalle impercettibili ma fortissime variazioni, grazie a una sensibilità per le virtù e le potenzialità della parola che si fa maestria del contrappunto musicale. Strutture verbali semplici ma efficacissime fanno sbottare il riso e la percezione del non senso, in un lavoro che coniuga sapientemente stilizzazione interpretativa e parossismo gestuale. Con un ritratto spietato delle “sacrosante” manifestazioni del tifo calcistico e delle telecronache enfatiche e patriottarde, normalmente rese impercettibili dalla generale assuefazione. Un lavoro dove si infrangono con sagacia e leggerezza tabù e divieti, per rilanciare anche il teatro oltre gli schemi e i conformismi».
 
INFO 
I biglietti per “made in italy” costano 10 euro (intero) e 5 euro (ridotto studenti).
 
La prevendita è in corso alla biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9 dal martedì al venerdì ore 10-13 e ore 15-18 e il sabato ore 10.13 (tel. 0523.315578, biglietteria@teatrogiocovita.it). 
Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona al Teatro Comunale Filodrammatici in via Santa Franca 33 dalle ore 19 (tel. 0523.315578).
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.