Quantcast

Tentato colpo al Roadhouse, metronotte spara ai ladri in fuga

Spara due colpi di pistola per evitare di essere investito dai ladri che aveva appena scoperto. E’ successo questa notte poco dopo l’una al Roadhouse di via Emilia Pavese. I malviventi, che miravano alla cassaforte, sono stati messi in fuga dall’allarme.

Più informazioni su

Spara due colpi di pistola per evitare di essere investito dai ladri che aveva appena scoperto. E’ successo questa notte poco dopo l’una al ristorante Roadhouse di via Emilia Pavese, quando una pattuglia dell’istituto di vigilanza Metronotte Piacenza che si trovava nelle vicinanze ha sentito l’allarme del locale e  si è recata a controllare. Passando in una strada privata sul retro i due vigilanti hanno notato un uomo allontanarsi in direzione di via Coperchini: lo hanno così raggiunto, ma mentre uno dei due si apprestava a scendere dall’auto riceveva un colpo con una mazza che mandava in frantumi il finestrino della vettura (nella foto). Nel parapiglia altri due uomini venivano visti fuggire di corsa facendo perdere le proprie tracce. All’improvviso sulla scena faceva la sua comparsa una vettura grigia condotta da una quarta persona sulla quale saliva l’aggressore: nel ripartire l’auto, con una brusca manovra, tentava di investire il vigilante che esplodeva due colpi di pistola contro uno degli pneumatici. Il mezzo con a bordo i due malviventi riusciva comunque a dileguarsi.

La banda, come accertato dai primi rilievi compiuti dalle volanti giunte sul posto, utilizzando vari arnesi da scasso era riuscita a forzare una porta antincendio e ad introdursi all’interno. Non si erano fermati nemmeno dopo l’entrata in funzione dell’allarme, dirigendosi verso la cassaforte contenuta un uno degli uffici. A farli desistere definitivamente dal loro tentativo è stato l’allarme a fumogeno che li ha messi in fuga.

Sul fatto sono in corso le indagini della squadra mobile.

Nella notte altri due colpi falliti

E’ stata una serata decisamente negativa per i ladri. Oltre all’episodio avvenuto al Roadhouse, in altre due occasioni i ladri sono stati costretti a fuggire a mani vuote. In una ditta di impiantistica elettrica a Gariga è stato l’allarme a sventare il furto, dopo che i soliti ignoti erano riusciti a rompere il vetro di un capannone dopo aver forzato la grata esterna. E’ invece stata colta sul fatto e messa in fuga da un dipendente la banda composta da quattro persone vista mentre armeggiava intorno ad una cisterna di gasolio di un’azienda agricola di via Solenghi a Piacenza. Sul posto è intervenuta la polizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.