Quantcast

Trespidi e Compiani in visita da Zenith e Biffi

Mercoledì 11 ottobre una delegazione composta dal presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi, dal sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani, dal vicesindaco Giuseppe Brusamonti, da Paola Pizzelli, consigliere comunale e da Massimiliano Morganti, coordinatore Pdl del circolo di Fiorenzuola, ha visitato Punto Zenith, realtà fiorenzuolana che opera nel comparto del fotovoltaico. 

Più informazioni su

Mercoledì 11 ottobre una delegazione composta dal presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi, dal sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani, dal vicesindaco Giuseppe Brusamonti, da Paola Pizzelli, consigliere comunale e da Massimiliano Morganti, coordinatore Pdl del circolo di Fiorenzuola, ha visitato Punto Zenith, realtà fiorenzuolana che opera nel comparto del fotovoltaico. 
La delegazione è stata accolta dal presidente Antonio Sgorbani e dal responsabile tecnico Vittorio Dametti, che hanno illustrato la storia, la struttura e le prospettive dell’azienda: “Punto Zenith – ha puntualizzato Antonio Sgorbani – nasce nel 2008 dall’unione di realtà professionali e aziendali che operavano da anni nell’ambito edilizio e del tecnologico: mi riferisco alla Zambonini, alla Cooperativa Val d’Arda, alle quali nel 2010 si è aggiunta Acef. Ci occupiamo della progettazione e della realizzazione di impianti fotovoltaici. Nel 2008 eravamo in due, oggi, compreso l’indotto, lavorano per Punto Zenith 25 persone. Ci siamo organizzati rapidamente per fare fronte a un mercato, quello del fotovoltaico, in grande espansione: il nostro fatturato, per quanto riguarda il 2011, dovrebbe attestarsi sui 7 milioni di euro, triplicando quello del 2010”. 
Clienti di Punto Zenith sono privati cittadini, enti pubblici e aziende: Sgorbani ha ricordato gli impianti realizzati per Acef e gruppo Tal a Fiorenzuola, Eurobearing a Cortemaggiore, Ferri a Rimale di Fidenza, Globo ad Alseno, Arpa a Sarmato, oltre all’impianto da un megawatt realizzato a Fiorenzuola per la Newco Fiore Energia. 
“Buona parte degli impianti – ha aggiunto Sgorbani – sono stati realizzati dopo aver bonificato le aree dall’amianto, riqualificando dunque i fabbricati oggetti del nostro intervento. Per il futuro puntiamo a consolidarci nel mercato del fotovoltaico, ma anche a specializzarci nei servizi dedicati all’efficienza energetica”. 
Il sindaco Compiani ha evidenziato come Punto Zenith rappresenti una delle aziende all’avanguardia del tessuto produttivo fiorenzuolano: “Stiamo parlando di un’azienda che, a soli tre anni dalla nascita, ha raggiunto risultati di grande rilievo. Un’azienda dinamica, in forte ascesa, che fa dell’attenzione alle energie rinnovabili, dell’innovazione e della specializzazione i suoi tratti caratterizzanti”. 
 

BIFFI: DA 50 ANNI I “MOTORI PER VALVOLE” DI FIORENZUOLA CONQUISTANO IL MONDO. TRESPIDI IN VISITA ALL’AZIENDA
NUOVA TAPPA DEL TOUR TERRITORIALE. IL PRESIDENTE ACCOLTO DALL’AD MACCHI. OLTRE 350 OCCUPATI E 30MILA PEZZI COMMERCIALIZZATI. STABILIMENTO LEADER NEL SETTORE, CON LA “VANESSA” DI LUGAGNANO
 
Dalla periferia di Fiorenzuola ai grandi mercati mondiali. E’ la storia della Biffi, storica azienda piacentina prossima ai 60 anni (li festeggerà nel 2015), da 22 orgoglio di un gruppo multinazionale, la Tyco, colosso statunitense da 21miliardi di dollari complessivi di fatturato. 
L’azienda di Caselle San Pietro vanta la primogenitura nel settore degli attuatori  per valvole ed è stata meta questa mattina della visita del presidente della Provincia Massimo Trespidi nell’ambito del tour aziendale in corso da circa un paio di mesi. 
Il presidente è stato condotto in visita allo stabilimento dall’amministratore delegato Paolo Macchi. Hanno composto la delegazione istituzionale anche il sindaco Giovanni Compiani con il vice Giuseppe Brusamonti e il consigliere comunale Paola Pizzelli. Ad accogliere la delegazione il general manager Simone Volpi, il direttore commerciale Giovanni Orsolini, il direttore di produzione Luigi Corbella e il direttore tecnico Lorenzo Vigliano. 
Sono oltre 30mila gli attuatori che escono annualmente dallo stabilimento, che dà lavoro a 362 persone, per la quasi totalità residenti nella provincia, sottolineano i dirigenti.  Al 30 settembre di quest’anno l’azienda ha fatturato 84milioni di euro, in gran parte frutto di esportazioni. Si guarda soprattutto ai mercati emergenti: Brasile, India, Cina e Medio Oriente in testa. Sette le famiglie di attuatori sviluppati alle porte di Fiorenzuola. Circa 40 ingegneri seguono il percorso dalla progettazione alla realizzazione, accompagnando il cliente anche nella fase post vendita. Il range in cui spazia l’azienda è vastissimo, si va da pezzi del valore di 400 dollari alla componentistica dedicata ai maximpianti del settore gas che può arrivare a 250mila dollari. 
La Biffi, che con la Vanessa di Lugagnano è leader nel settore “Valves & Controls”, ha improntato il proprio sviluppo sulla sostenibilità. E’ di un anno e mezzo fa l’inaugurazione di un post combustore da 700mila dollari per abbattere gli inquinanti nelle emissioni del ciclo di verniciatura. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.