Quantcast

Una nuova Tac simulatore per la Radioterapia dell’ospedale foto

L’unità di Radioterapia dell’ospedale di Piacenza può contare su una nuova e importante tecnologia: una Tac multislice elicoidale. Consentirà di eseguire in un’unica seduta la centratura e la simulazione del trattamento, fino ad oggi effettuate in tempi e luoghi diversi

Più informazioni su

Presentata la nuova Tac simulatore in Radioterapia

Presentazione ufficiale alla presenza delle autorità della Tac multislice elicoidale, nuova e importante tecnologia in dotazione all’unità operativa di Radioterapia dell’ospedale di Piacenza ed ulteriore tassello per la qualificazione della dotazione tecnologica del dipartimento di Onco-ematologia.

La nuova Tac, dedicata alle esigenze specifiche della Radioterapia, è definita Large Bore in quanto possiede un diametro dell’anello di ben 90 cm; i pazienti possono quindi essere sistemati in qualsiasi posizione senza le limitazioni imposte dai tradizionali strumenti diagnostici.

“Con tale tecnologia, in un’unica seduta è possibile eseguire – spiega Carlo Vanzo, direttore dell’unità operativa di Radioterapia – la centratura e la simulazione del trattamento che fino ad oggi erano effettuate in tempi e luoghi diversi”. La nuova macchina consente inoltre di collocare il paziente nelle identiche condizioni geometriche in cui sarà eseguito il successivo trattamento radiante nonché di acquisirei immagini sincronizzate con il respiro, ottimizzando ancor di più le sedute di radioterapia.

Per la corretta simulazione della terapia, la Tac è corredata da laser mobili comandati dai computer per i piani di trattamento, con movimenti millimetrici. “Un investimento necessario e importanto per mantenere alto il nostro livello qualitativo – ha detto Andrea Bianchi direttore generale dell’Ausl di Piacenza – si tratta di un macchinario molto avanzato in grado di semplificare la vita ai medici ma soprattutto ai pazienti: se prima erano costretti ad effettuare tre sedute prima di iniziare la terapia adesso in un’unica volta sarà possibile definire la zona di centratura del bersaglio ed iniziare così immediatamente il trattamento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.